26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Gaza: elogi funebri per Vittorio Arrigoni, presto riposerà in Patria

17 Aprile 2011

04-vittorrioarrigoniÈ in viaggio verso l’Italia la salma di Vittorio Arrigoni, il 36enne brianzolo ucciso a Gaza, dove si trovava in veste di volontario, e che con un convoglio funebre ha lasciato alle 11 di stamane l’ospedale di Shifa per attraversare il valico di Rafah, arrivare in Egitto e poi tornare in patria.

Sequestrato ed ucciso da una cellula Salafita, Arrigoni era militante nell’International Solidarity Movement, attiva nella protesta contro l’occupazione israeliana e viveva nella Striscia di Gaza dal 2008. Fatto prigioniero a Tel Aviv già nel 2005, Vittorio non si era lasciato scoraggiare ed aveva deciso di proseguire la sua missione di pace. Additato come “portatore dei valori della cultura occidentale”, Arrigoni è stato rapito tre giorni fa e la minaccia della sua uccisione era arrivata alle televisioni di tutto il mondo in poche ore, con la richiesta di liberazione di un gruppo di militanti in cambio della sua grazia. Le trenta ore di tempo concesse non sono state affatto rispettate e il 36enne è stato comunque giustiziato. L’esecutivo di Hamas fa sapere che la “mente” del suo sequestro, conosciuto come Abdel Rahman “il giordano”, è vicina all’essere catturata, mentre altri partecipanti al sequestro sarebbero già stati presi. In Italia amici e parenti sono partiti appena possibile, e si attende il loro arrivo a Gaza per dare il via ai due elogi funebri, di cui il primo avrà luogo proprio al valico, e sarà celebrato in italiano ed in arabo.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi