28 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Calcio, il Monza vince 2 a 0 contro l’Alessandria. Mostrato carattere e gioco

30 Aprile 2011

motta_assieme_al_giocatore_ricci“Il cuore biancorosso batte ancora, la nostra lotta è cominciata ora”. Dopo il successo per 2-0 conseguito dal Monza al Brianteo ai danni dell’Alessandria lanciata verso la cadetteria, torna alla memoria un vecchio coro degli ultras del Monza, che veniva intonato negli anni ’80 nelle partite decisive per la permanenza della squadra in Serie B.

I tempi sono cambiati, la categoria è inferiore, ci sono i play-out cui aggrapparsi anche se si arriva penultimi o terz’ultimi, ma la sostanza è attualissima. I calciatori biancorossi hanno mostrato contro i temibili grigi piemontesi di avere cuore e di avere anche due polmoni grandi. La “cura” del tecnico Gianfranco Motta sta funzionando perché da qualche settimana il Monza è un’altra squadra: più compatta non solo in campo ma anche nello spogliatoio, unita attorno al “baffo” di Ruginello di Vimercate. C’è più determinazione, più fame di vittoria, e anche le gambe girano di più: nonostante il gran caldo i brianzoli hanno infatti mostrato pure una tenuta invidiabile a fine campionato. Ma tutto questo non servirebbe alla vittoria se non si fossero notati anche miglioramenti tecnico-tattici, giocatori come Oualembo, ?okovic e Ricci (ma ce ne sarebbe da citare altri) trasformati da oggetti misteriosi a elementi dei quali non si può fare a meno in questo rush finale di campionato. Un finale che si è riaperto ai pronostici e che vedrà il Monza lottare probabilmente fino all’ultimo respiro grazie alle contemporanee sconfitte di Paganese e Südtirol. Un solo punto separa il Monza dalla “remuntada” quando mancano due partite al termine della regular season: con due vittorie (a Como e in casa col Ravenna, squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato) i play-out sarebbero sicuri stante lo scontro diretto tra le due dirette concorrenti nell’ultima giornata. In questa stagione il Monza non ha mai vinto due incontri di fila, dunque figuriamoci tre verrebbe da dire, ma questo Monza, quello di Motta, oggi ha mostrato di poterci riuscire.

L’allenatore della compagine brianzola ha dovuto ancora fare a meno di diversi infortunati, tra cui i titolari Campinoti e Stefano Seedorf, sostituiti da Barjie e Ricci. Inoltre per il match di oggi ha preferito schierare in difesa Oualembo al posto di Uggè, autore di una pessima prestazione a Cremona. In avvio di gara è l’Alessandria a prendere le redini: il Monza appare impaurito e per questo impreciso nei passaggi. Al 6′ Artico, al 9′ Bondi, al 10′ Croce e al 16′ ancora Artico sono poco convinti nelle conclusioni a rete. Al 17′ si fa vivo il Monza con un colpo di testa del rientrante Iacopino bloccato sulla linea da Servili. 3′ dopo i locali passano in vantaggio: Gambadori calcia una punizione dall’out sinistro e ?okovic in mezzo all’area anticipa tutti e incorna a rete. I biancorossi scacciano la “scimmietta” sulle spalle e cominciano a giocare più convinti dei propri mezzi sostenuti dal ritrovato tifo della Curva Sud. Dopo un paio di pericoli corsi al 26′ il Monza impensierisce la difesa ospite al 27′ con Ferrario, al 29′ con Iacopino e al 42′ con Ricci. Nella ripresa, dopo un tiro da fuori area alto sulla traversa di Iacopino al 6′, il Monza raddoppia. E’ il 15′ quando il fantasista cerca in profondità il guizzante Ricci che arriva prima sulla palla di Barbagli, dribbla Servili e deposita in rete facendo esplodere di nuovo la “Davide Pieri”. Il match resta vibrante, ma l’Alessandria col passare dei minuti si rende conto che oggi al Brianteo “non ce n’è per nessuno”. Motta viene espulso per proteste (anche se lui nega di averne fatte) al 36′ e Westerveld respinge al 45′ un colpo di testa di Bondi. Il triplice fischio dell’arbitro consegna un Monza non solo rianimato ma addirittura esuberante, anche in sala stampa.

“I ragazzi hanno disputato una partita fantastica – ha più volte sottolineato Motta – Quella di oggi era per noi come una finale di Coppa del Mondo: se non vincevamo era finita…”. Elogi al “mister” anche da Manuel Ricci (“Da quando c’è lui siamo più compatti, più determinati”) e dal francese, ma Nazionale della Repubblica Democratica del Congo, Cristopher Oualembo (“Lui all’inizio ci ha parlato tanto ‘resettando’ la nostra ‘testa’, poi abbiamo sempre fatto quello che ci ha detto di fare”). Domenica in riva al Lario sarà un derby imperdibile: chi ormai l’avrebbe detto?

{xtypo_rounded2}

MONZA BRIANZA-ALESSANDRIA 2-0 (1-0)

MONZA BRIANZA (4-3-2-1): Westerveld; Oualembo, Cudini, Fiuzzi, Barjie; Gambadori, Prato (32′ s.t. Campisi), ?okovic; Iacopino, Ricci (37′ s.t. Alberti); Ferrario (40′ s.t. Furlan). In panchina: Marcandalli, Tuia, Uggè, Masini. All.: Motta.

ALESSANDRIA (4-4-1-1): Servili; Pucino, Romeo, Ghinassi (17′ s.t. Marchesetti), Barbagli; Croce, Camillucci, Segarelli (26′ s.t. Menassi), Bondi; Artico (33′ s.t. Martini); Scappini. In panchina: De Marco, Ciancio, Damonte, Cuneaz. All.: Sarri.

ARBITRO: Ros di Pordenone.

RETI: 20′ p.t. ?okovic, 15′ s.t. Ricci.

NOTE: calci d’angolo 1-5; ammoniti Barjie, Ricci, Oualembo e Romeo; espulso al 36′ s.t. Motta per proteste; recuperi 0′ e 4′; spettatori paganti 576, abbonati 427, per un incasso complessivo di 10394 euro. {/xtypo_rounded2}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi