27 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Attilio Locati, dall’azienda brianzola al vigneto toscano sul Colle degli Angeli

4 Aprile 2011

attilio-locatiTutto è nato quasi per caso, senza un vero e proprio progetto. Era il 1988 quando Attilio Locati con il padre Giancarlo e la sorella Laura decide di acquistare un appezzamento di terreno di tre ettari a Montalcino. E così inizia l’avventura nel mondo del vino di un ingegnere chimico, imprenditore nel settore degli imballaggi a Villasanta.

Classe 1955, studente del Frisi di Monza prima e del Politecnico di Milano poi, dopo la laurea comincia a lavorare saltuariamente nell’azienda del padre per poi avvicinarsi al settore degli imballaggi ecocompatibili. Ma appena può sale in sella alla sua moto verso la Toscana e quelle terre che lo hanno sempre affascinato. Finché con la famiglia acquista il podere di Colle degli Angeli, in località Paradisone.podere-colle-degli-angeli-paradisone

«Abbiamo acquistato il podere dai signori Piero e Concetta – ha raccontato Locati – una coppia di contadini veri, di una genuinità che i più giovani di noi potevano cogliere solo grazie ai racconti degli anziani. Al tempo nella zona c’era ancora un’economia di sussistenza e nella casa colonica non c’era ancora la luce elettrica, i proprietari avevano i conigli e vivevano di baratto, come nelle campagne lombarde di un secolo fa. Insieme a loro abbiamo imparato a piantare le prime vigne e fatto il primo vino. Che emozione! Poi ho seguito uno stage di enologia e viticultura, ma la maggior parte delle competenze viene dall’esperienza. Mi gratifica la produzione, non la collezione di bottiglie. Il processo di produzione industriale presuppone un rapporto freddo e spessonalizzato tra cliente e fornitore. Invece la lavorazione del vino coinvolge le emozioni».

Nel 2009 l’ingresso nel mercato. Non c’è concorrenza, nella zona il vino è come una religione perché dà lavoro a tante persone. Sono oltre 140 i produttori , la maggior parte sono piccoli e provengono dalla Brianza, da altre zone della Lombardia, ma anche da Liguria e Friuli. Brunello di Montalcino, Rosso di Montalcino e Sant’Antimo sono il fiore all’occhiello della tenuta Colle degli Angeli e Paradisone.

«Dopo i primi tentativi – ha spiegato Locati – abbiamo deciso di investire nel settore e nel 2009 abbiamo portato sul mercato la produzione 2006. Infatti occorrono alcuni anni di invecchiamento prima di poter portare sul mercato quel tipo di prodotto. Produciamo 10 mila bottiglie all’anno. Ben poca cosa di fronte alle centinaia di migliaia dei grandi produttori. La nostra sfida si gioca sulla qualità che da gratificazione. Vorremmo far conoscere il nostro prodotto direttamente – ha concluso – per poter saltare il passaggio della grande distribuzione e poter mantenere così prezzi contenuti per un prodotto di qualità, anche se non è facile inserirsi sul mercato in poco tempo».

Per maggiori informazioni visitare: www.paradisone.it

Redazionale a pagamento.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi