26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Arcore, clima rovente verso le elezioni: strappati i manifesti di Rosalba Colombo

22 Aprile 2011

manifesti_strappati-mbUn atto di inciviltà”. Così Rosalba Colombo ha commentato a caldo lo spiacevole episodio avvenuto la notte scorsa: tutti i manifesti della candidata sindaco di Arcore sono stati strappati ed imbrattati. Teatro dell’episodio di vandalismo è stato l’incrocio tra via Manzoni e via Carso, dove però i cartelloni leghisti sono rimasti intatti. Si alza unitario il grido di condanna da parte del mondo politico arcorese, con il centrosinistra  che non esclude una matrice leghista.

A tre settimane dalle elezioni il clima della campagna è già abbastanza rovente: «Questo è un atto incivile e antidemocratico da parte di forze che non sono nè di centrosinistra nè civiche» ha sbottato la Colombo, che ha poi avanzato seri dubbi sulla paternità del gesto: «Tutti i miei manifesti sono andati distrutti, mentre quelli di Enrico Perego sono miracolosamente usciti indenni». L’attacco si fa poi più diretto: «Non sanno più che pesci pigliare e trattano la democrazia come carta straccia» ha spiegato il candidato del Pd, che ha poi allargato il discorso alle prossime elezioni. «Un brutto esempio di come vorrebbero amministrare la nostra città, dopo mesi di caccia al loro candidato adesso passano alla campagna elettorale intimidatoria». Sembra strano però che Perego e soci abbiano scelto questo tipo di azioni, con il solo effetto, per usare le parole della Colombo, «di tirarsi la zappa sui piedi». Più pacato il giovane Stefano Rovida, candidato consigliere del Pd, che esclude l’autolesionismo del centrodestra: «Penso si tratti di qualche fanatico, surriscaldato dalle tensioni pre-voto – ha spiegato il ventenne Rovida – Perego per me centra poco o niente, la sua immagine ne uscirebbe troppo danneggiata». Lo stesso candidato del centrodestra condanna con decisione l’episodio: «Mi dissocio in toto da quanto accaduto la scorsa notte, un gesto deplorevole che spero non si ripeta, da parte di nessuna coalizione». In quantomanifesti_strappati2.docx alle accuse mosse dalla Colombo, Perego risponde per le rime: «Non accetto lezioni di moralità dalla sinistra comunista. La Colombo guardi al suo interno e si chieda se ha la statura etico-politica per darci lezioni. Dopo le manipolazioni verbali cui ci hanno abituati ci tocca pure subire questa accusa senza prove certe».  Nelle stesse ore, per una strana par condicio, sono stati trovati dei manifesti della Lega Nord stracciati in via Lombardia.

Dello stesso avviso Giuseppe “Beppe” Rositani, candidato con la sua “Lavoriamo per Arcore”: «Forse è solo una ragazzata ma è sicuramente esecrabile. Mi auguro  che nessuno voglia condurre in questo modo la campagna elettorale, per il bene del paese». Architettato o meno, resta il fatto che l’episodio c’è stato, ed è sintomo di un percorso di avvicinamento alle urne reso troppo caldo dagli stessi protagonisti.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi