27 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Privatizzazione Villa Reale: tra insulti e sospensioni un consiglio al vetriolo

28 Marzo 2011

Marco-MarianiSono volate parole grosse, qualche insulto, il presidente del Consiglio, Domenico Inga, anch’egli piuttosto inviperito per le provocazioni di qualche imbucato, ha dovuto sospendere la seduta per quindici minuti, dopo che il sindaco, Marco Mariani, si era scagliato con un ficcante «imbecille» contro uno dei tanti ‘nemici’ in aula.

Momenti di ordinaria follia al consiglio comunale di Monza, andato in scena, e in onda in diretta sul sito del comune, ieri, lunedì 28 marzo, e avente come tema il tanto discusso bando per la privatizzazione di Villa Reale. I numerosissimi interventi dei consiglieri, piuttosto ripetitivi tra loro, hanno puntato il dito contro Mariani, il Consorzio e la presunta irregolarità o ritardo nella gestione formale della reggia monzese, Regione Lombardia, rappresentata dal sottosegretario Francesco Magnano, e l’estensione del bando, «che dura 30 anni quando il Consorzio sarà di soli 20, com’è possibile?», per dirla come uno dei tanti politici che hanno affollato l’aula di parole e di gesti al vetriolo.

La minoranza ha caldeggiato un consiglio a oltranza, desiderio, questo, troncato dal voto dei consiglieri (per un voto, ndr), che ha fatto sospendere la disputa, rimandandola a data da destinarsi.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi