24 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Monza, Call Center Oncologico: sempre al seguito. Tra assistenza e trasporti

13 Marzo 2011

Cairo-Gardani-PoglianiUna malattia grave, purtroppo, oltre a condizionare la vita del paziente, mette a dura prova la quotidianità dei famigliari e delle persone che lo accudiscono. Dal maggio del 2006, all’Ospedale San Gerardo di Monza, nasce il Call Center Oncologico, una struttura, interamente gestita da volontari, che garantisce assistenza, pareri e orientamento a tutti coloro che sono interessati ai diversi aspetti della malattia oncologica.

«Dalla costituzione del servizio – specifica Giovanni Cairo, coordinatore Call Center Oncologico – abbiamo ricevuto 1.700 chiamate e circa 600 mail, di cui il 49% provenienti da fuori regione. I malati, o le loro famiglie, ci contattano per avere informazioni o secondi pareri ma, più spesso, per ovviare al problema del trasporto in ospedale, dove il paziente si sottoporrà a cicli di chemioterapia o di radioterapia, presso i reparti di Oncologia Medica, Ematologia e Radioterapia».

«Certi trattamenti – chiarisce Gianstefano Gardani, direttore del reparto di Radioterapia del nosocomio monzese – continuano per periodi lunghi e, per una serie di motivi, non prevedono il ricovero dei pazienti, i quali sono spesso anziani e non autosufficienti. In quest’ottica, dal 2009, grazie al finanziamento del comune di Monza (9.000 euro all’anno, ndr) è attivo il servizio di accompagnamento solidale per cittadini oncologici residenti a Monza, realizzato con la collaborazione di alcune associazioni di volontariato (Auser Brianza, Anteas, Ago, Fondazione Tavecchio, Lampadina di Aladino, Don Giulio Farina) e gestito dal Call Center Oncologico, per il trasferimento degli ammalati presso le strutture sanitarie presenti in città».

Il servizio, che nel 2010 ha coinvolto 33 pazienti, età media 70 anni, può essere richiesto unicamente da chi abbia un reale bisogno: degente con grave difficoltà di deambulazione e oggettivo impedimento della famiglia ad accompagnarlo per motivi di lavoro. Per accedere è sufficiente telefonare al Call Center Oncologico al numero 039-2339623 o scrivere a [email protected], informando i volontari circa la necessità del trasporto, indicando la terapia che dovrà essere eseguita, il giorno e l’orario di inizio e l’orario di fine trattamento. Il Call Center Oncologico, fatta un’analisi delle disponibilità di mezzi e personale, darà le informazioni necessarie per il concretizzarsi dell’attività.

Dal 2011, il servizio di accompagnamento, svolto da volontari Auser in collaborazione con il Call Center Oncologico e grazie al finanziamento della Fondazione Monza Brianza (8.000 euro, ndr) è accessibile anche per i comuni del distretto di Desio (Desio, Muggiò, Nova Milanese, Varedo, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Limbiate e Ceriano Laghetto) e garantisce il trasporto, oltre alle strutture sanitarie di Monza, anche all’Oncologia Medica dell’ospedale di Desio.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi