26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Mirko Colombo, il genio del travestimento “handmade”

23 Marzo 2011

IronmanMirko Colombo, 27 anni di Carnate, è un genio della creatività. Fin da piccolo ha avuto un talento naturale nel creare «improbabili invenzioni» – come le definisce lui – «utilizzando oggetti che si hanno a disposizione in casa». Complice il talento della mamma (grafica) e la manualità del padre. È lui il vincitore del concorso per la maschera più bella organizzato a Carnevale al LiveClub di Trezzo.

Come hai avuto l’idea? Che cosa ti ha ispirato?

Sono da sempre un grande fan del cinema, in particolare di tutte le produzioni che fanno uso di computer graphics e 3d. Il settore che ha abbracciato maggiormente questo tipo di tecniche digitali è quello degli action movie. Da Spiderman in poi sembra che Hollywood stia rispolverando tutte le vecchie glorie dei più famosi comics americani, partendo da Batman per arrivare ad IronMan. Fin da piccolo ho avuto un talento naturale nel disegnare. Mi ricordo che da bambino ero un grande fan dei Cavalieri dello zodiaco e mi costruivo delle armature di cartone per emulare le gesta dei miei eroi. L’ispirazione finale per realizzare questo costume mi è venuta esattamente l’anno scorso a carnevale. Mi trovavo sempre al LiveClub di Trezzo, dove c’erano due ragazzi travestiti da Transformers, e allora ho avuto l’intuizione: realizzare uno degli eroi della mia infanzia, puntando alla massima resa per un costume “handmade” e soprattutto senza spendere molti soldi. È stata, insomma, più una sfida personale, un voler mettere alla prova le mie abilità per vedere cosa potevo ottenere.

Quanto tempo hai impiegato per la realizzazione del costume? Hai usato materiali particolari?

Ironman-ProgettoLa realizzazione del costume in sé ha richiesto una settimana di lavoro serale per assemblamento e ritocchi vari alle forme ed un weekend per la verniciatura. La parte più complessa è stata, ovviamente, l’elmo poiché creare forme sferiche partendo da semplici fogli di cartone è piuttosto complesso. Avevo realizzato una prova qualche mese prima, sfruttando una domenica con tempo da lupi. In un paio d’ore avevo ottenuto un risultato accettabile, ma non soddisfacente. Per via del lavoro poi ho accantonato il progetto per diverso tempo, finché agli inizi di marzo ho ritrovato l’ispirazione e mi sono messo al lavoro.
Ho utilizzato fogli di cartone grezzo da imballaggio, ferma documenti in ottone per creare le giunture, graffettatrice e nastro adesivo, e infine vernice spray rossa e oro. Per dare il tocco finale al tutto ho cercato nei negozi di fai da te delle luci a led da utilizzare per il petto e le mani, le ho verniciate e adattate al costume. All’interno del casco, per illuminare gli occhi, ho creato un mini circuito elettrico con due pile che illuminano due luci posizionate vicino alle tempie. Per attivarle ho posizionato un bottone di accensione sulla nuca del casco e per evitare di rimanere accecato ho incollato delle lenti di plastica azzurre all’interno dell’elmo.

Hai già vinto altri premi con tue realizzazioni?

Non mi sono mai cimentato in questo genere di attività, di solito realizzo illustrazioni digitali e siti web. Ho vinto qualche concorso come illustratore, ma niente di davvero importante a livello nazionale. Se avessi più tempo libero a disposizione probabilmente proverei ad approfondire l’argomento.

Raccontaci da dove proviene questa tua creatività?

Ho utilizzato le mie doti naturali nel disegno a mano e le tecniche che ho imparato per trasporre i miei disegni su Mac. Posso dire di aver ereditato “la mano” da mia madre, che era una grafica pubblicitaria, mentre la passione per la manualità, le costruzioni e la meccanica, mi sono state trasmesse da mio padre.

Di cosa ti occupi attualmente? La tua creatività ti aiuta nel lavoro quotidiano?

Dopo la laurea in Industrial Design al Politecnico, nel 2007, mi sono avvicinato al mondo del webdesign, fondando, dopo qualche anno di esperienza in alcuni studi, una WebAgency con altri 3 soci. La società si chiama Piko Design e ha sede a Seregno e Milano. All’interno del gruppo io rivesto il ruolo di art director e designer, anche se,come accade in tutte le start up, i ruoli che occupiamo sono molto elastici. Si fa quello che è necessario per crescere ed affermarsi in un mercato altamente competitivo. Sicuramente la passione per il disegno mi ha aiutato molto nel mio lavoro. Ritengo che la mia professione sia una moderna evoluzione del concetto più tradizionale di artista: la passione e la vena creativa sono le stesse, ma cambiano i mezzi con cui realizzare le proprie opere. La nostra tavolozza è ora digitale, le nostre tele sono schermi lcd e il nostro pennello un mouse.

Hai in programma altre realizzazioni?

Non nel breve periodo, ma l’anno prossimo proverò sicuramente a realizzare qualcosa di ancora più estremo. Devo solo trovare la giusta ispirazione, e una volta sviluppata l’idea, la realizzazione è tutta in discesa.

Ti aspettavi di vincere?

Sarò completamente onesto: durante la realizzazione mi sono reso conto che stavo creando un costume complesso e ben fatto. Ma non avevo assolutamente la certezza o la presunzione di vincere per diverse ragioni. Innanzitutto perché la votazione era popolare e la mia idea poteva non essere capita o apprezzata. Poi non sono certo l’unico creativo nella zona e un evento come questo richiama sicuramente tanti elementi brillanti. Infine la mia paura più grande era quanto il mio travestimento avrebbe resistito alla folla, ma devo dire che sono rimasto molto soddisfatto del risultato. Tra il pubblico ho visto molti travestimenti geniali e gli altri finalisti erano altrettanto appariscenti. Devo ringraziare la gente che ha preferito la mia idea a quella degli altri. É stata una serata divertente ed interessante, e mi sono sentito quasi un vip per 15 minuti, proprio come diceva Andy Warhol. Trovarsi lì, sul palco, con la folla che ti acclama e guarda solo te…è stata davvero un’esperienza emozionante!

{gallery}2009/gallery/ironman{/gallery}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi