26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Monza, al concorso poetico “Il mio mal superbo” vince una poesia made in Brianza

22 Marzo 2011

premiazioneil_miomalsup-mbAbita a Triuggio la vincitrice del primo premio, Iride Enza Funari. La sua poesia è stata scelta tra le centinaia arrivate, tutte di altissimo livello come assicurano Antonetta Carrabs e Tiziana Fraterrigo, presidenti delle rispettive associazioni organizzatrici dell’evento Zero Confini Onlus e Culturalmente. «La giuria ha faticato a scegliere – specifica Carrabs – non avevamo previsto un tale successo, siamo state sommerse da bellissimi versi che parlano di vita, morte, gioia, dolore».

premiazioneil_miomalsup-mb2Hanno partecipato al concorso donne di ogni parte d’Italia, l’incidenza della provincia di Monza e Brianza è stata del 40%. Eppure accanto ad Iride Funari sul podio, sabato 19 febbraio in sala Maddalena a Monza,  è salita un’altra brianzola: il terzo posto è andato infatti a Casiraghi Erminia, residente a Vedano. La sua poesia, «Fiore immolato», racconta il dramma della morte della figlia. È stata scelta dalla giuria – spiega Tiziana Fraterrigo – «per il suo forte impatto emotivo, per essere riuscita a comunicare l’urgenza di raccontare e la volontà di rielaborare».Il secondo posto è per Maria Rita Bozzetti, primario di ematologia clinica all’ospedale di Lecce. Il suo componimento, «Il mare», ci racconta di un mare autentico, desideroso di una nuova vita.

Foto_Liliana_BarchiesiLa poesia vincitrice, spiega la sua autrice, è nata in due momenti. «Una prima fase di ispirazione si è andata infatti arricchendo con l’incontro di una foto di Liliana Barchesi, che ritrae una bambina». Iride scrive poesie da quando è piccola, e – aggiunge – «la mia attività si alterna con un forte interesse per i temi politici e sociali ed in particolare con l’attività dell’associazione Amiche di ABCD, Ateneo Bicocca Coordinamento Donne di cui sono vicepresidente».

Un podio speciale è stato creato per le detenute del carcere di Monza. Molte hanno partecipato al concorso e i loro componimenti hanno toccato tutta la giura. Le loro poesie raccontano di amori che non possono vivere, di emozioni che si inseguono e di vite difficili che stanno cercando di recuperare. Il primo posto va a «Pianto nella notte», scritto da una ragazza lettone che – racconta la sua educatrice, Michelangela Barba – si sta davvero impegnando per riparare i suoi errori.

Premiata anche la partecipante più anziana. Emilia Primiani, 85 anni e di Roma, ha inviato via fax una bellissima poesia (scritta rigorosamente a mano) dedicata alla sua patria. «Italia mia», trattando un tema così attuale, ha vinto il premio speciale per i 150 dell’Unità. Assegnati anche i riconoscimenti della critica. Il primo è andato a Oggioni Simona, che ha scritto «Emozione», dedicata alla nascita di una bambina. La premiazione si è conclusa con l’intervento dell’assessore alla Cultura Alfonso Di Lio, che si è detto «grato per tutto ciò che le associazioni Zero Confini e Culturalmente fanno per la città e fiero di abitare in una città così viva dal punto di vista culturale».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi