07 Marzo 2021 Segnala una notizia

Sondaggio Unione Artigiani MB: un 2011 con uno spiraglio di ripresa

17 Febbraio 2011

rifiuti-azienda-MBArrivano, anche se timidi, i primi segnali di ripresa in alcuni settori dell’artigianato. Il 18% delle aziende coinvolte nell’indagine condotta dall’Unione Artigiani della provincia MB prevede di aumentare gli occupati, il 55,6 lo manterrà invariato e il 12% prevede di fare dei tagli.

I dati derivano da un sondaggio telefonico che l’Unione ha realizzato su un campione di 400 imprese operanti sul territorio monzese e brianzolo, proporzionalmente ripartite in 9 maxi settori dell’artigianato con lo scopo di verificare se il nuovo anno appena iniziato potrebbe essere quello buono per un’inversione di tendenza rispetto alla crisi che imperversa dal 2009.

Oltre alla domanda sull’occupazione è stato chiesta una previsione sull’andamento del fatturato. E le prospettive qua sono state meno rassicuranti rispetto all’occupazione: lo scarto tra quelle ottimistiche (20% il fatturato aumenterà) e quelle pessimistiche (19% il fatturato diminuirà) si presenta ridottissimo. Il 43% ha risposto che rimarrà invariato e ben il 17% non sa.

Nel dettaglio dei singoli settori balza all’occhio che l’edilizia e l’impiantistica che sono in netta inversione di tendenza rispetto alle previsioni totali. Poco più di un’impresa su dieci indica prospettive di nuove assunzioni mentre una su quattro è orientata verso una riduzione di personale. Saldo negativo anche se più contenuto per il settore legno e artigianato artistico mentre le previsioni più ottimistiche arrivano da autotrasporto, metalmeccanica e acconciature.

«Stiamo vedendo qualche timido spiraglio ma non dobbiamo dimenticare che questi dati arrivano dopo più di due anni di congiuntura negativa che ha pesantemente coinvolto anche il settore artigiano – commenta il segretario generale dell’Unione Artigiani di Monza e Brianza, Marco Accornero -. Forse si poteva anche attenderci qualcosa di meglio ma questa è la prova di quanto sia ancora necessario lavorare e intervenire per dare un po’ di sollievo alle imprese artigiane che, peraltro, si sono dimostrate responsabili e tenaci nel fronteggiare le difficoltà. E’ certamente preoccupante verificare le previsioni ancora negative che arrivano dal settore edile che, non dimentichiamolo, è quello con maggior rappresentatività nell’universo artigiano (oltre il 34%), ma anche quelle ancora incerte di un ambito produttivo importante per la Brianza qual è il settore legno. Le previsioni più favorevoli arrivano dalla metalmeccanica che risente già di una tendenza al recupero nel quadro della produzione e dell’esportazione mentre le prospettive ancora preoccupanti del settore impiantistico si collegano alla difficoltà dell’edilizia».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi