01 Marzo 2021 Segnala una notizia

Scaricava veleni a Nova Milanese, sotto sequestro azienda galvanica

21 Febbraio 2011

Sotto sequestro un’azienda di Nova Milanese per scarichi abusivi. Ieri mattina alle 11 la polizia provinciale ha effettuato un blitz coordinato dal pm di Monza, Salvatore Bellomo. Nel mirino degli agenti è finita una ditta galvanica che, al termine di una serie di accertamenti e indagini, è stata considerata come responsabile di sversamenti di sostanze pericolose quali cromo esavalente, ferro, nichel, piombo, rame, zinco, alluminio.

Il titolare dell’azienda, un pluri pregiudicato quarantenne con una fedina penale alta una spanna (fra i precedenti compare anche lo spaccio di droga) è stato denunciato a piede libero per scarico abusivo di scarti industriali e per immissione illecita di liquidi contenenti sostanze pericolose in pubblica fognatura.

Secondo quanto i detective della polizia provinciale hanno potuto appurare, la ditta, nonostante la mancanza di una autorizzazione, sversava illecitamente in fognatura sostanze pericolose e residui dell’attività di lavorazione. Concluso l’intervento, la polizia provinciale ha preso contatto con BrianzaAcque (il gestore della rete fognaria) per murare i condotto di accesso alla fognatura e al sequestro dei mezzi che venivano impiegato per effettuare gli scarichi

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi