03 Marzo 2021 Segnala una notizia

Mobilità, infrastrutture: interviene il presidente Allevi

18 Febbraio 2011

Traffico nel caos, trasporti pubblici da incrementare e modernizzare, emergenza smog . . . questi i titoli dei giornali che ci accompagnano da giorni, insieme alle misure proposte dalle diverse Amministrazioni per tentare di arginare i problemi.

Per quanto ci riguarda, hanno origini antiche poiché affondano le radici nel grave gap di infrastrutture che per tanto tempo abbiamo denunciato e che solo negli ultimi tempi si sta tentando di colmare, avviando i cantieri di importanti interventi sulla grande viabilità.

In Lombardia si sono finalmente accesi i motori: Brebemi e Pedemontana sono partite per saziare la “fame di strade” richiesta da un territorio che ha bisogno di correre per restare competitivo.

Un bisogno che anche in Brianza emerge quotidianamente e che la Provincia sta affrontando concretamente, con l’avvio di importanti provvedimenti per ammodernare le infrastrutture e il trasporto pubblico: un binomio inscindibile per noi, l’unico veramente valido per fornire una risposta completa alla domanda di mobilità.

Tengo a sottolineare questo punto per entrare nel cuore del progetto definitivo della Tangenziale Est Esterna di Milano, che è stato illustrato in Regione nei giorni scorsi: un progetto ambizioso, un progetto all’avanguardia, un progetto per cui – tuttavia – non intendo nascondere alcune criticità che abbiamo.

Ebbene, l’attestamento della TEM ad Agrate/Caponago senza dubbio porterà novità importanti per tutti noi: la nostra rete viabilistica sarà chiamata ad assorbire nuovi flussi e volumi di traffico ma, nonostante ciò, non è prevista oggi nel progetto una vera e propria riqualificazione strutturale della rete est della Brianza.

Questa preoccupazione si aggraverebbe ulteriormente qualora non venisse realizzato, insieme alla TEEM, lo svincolo tra la A51 e la A4, previsto questo sì nel progetto ma a tutt’oggi non ancora finanziato.

Lo svincolo è questione determinante per la Brianza: dove potrà confluire altrimenti tutto il traffico in arrivo? Su una rete provinciale già perennemente congestionata? Impensabile.

Se è pur vero dunque che il progetto della TEEM dimostra grande attenzione alla mitigazione e alla riduzione degli impatti, per noi resta fondamentale proseguire anche il ragionamento sul trasporto pubblico che non può essere disgiunto dalla realizzazione dell’infrastruttura stradale. Il prolungamento della M2 fino a Vimercate era e resta un tassello fondamentale del progetto: 9,7 km di tracciato di cui il 77% in galleria. Per noi questi 9,7 Km rappresentano una priorità assoluta, tanto che la Provincia si è candidata ad essere la stazione appaltante di questa importante opera e abbiamo inserito nel bilancio 2011, che stiamo approvando in questi giorni, un primo capitolo dedicato al suo finanziamento. Al momento mi risulta che nessuno degli altri Enti abbia fatto un’analoga operazione e lo stop imposto dalla Corte dei Conti è un nodo da risolvere…. non certo da accantonare.

In questa fase delicata gli Enti Locali e le Istituzioni giocano un ruolo fondamentale: dobbiamo remare tutti nella stessa direzione per trovare le soluzioni migliori atte a coniugare sviluppo delle infrastrutture e tutela del territorio. Un compito difficile – certo – ma non impossibile.

Dario Allevi
Presidenete della Provincia di Monza e Brianza

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi