08 Marzo 2021 Segnala una notizia

Monza Calcio perde in casa con il Gubbio. Tanta rabbia per la beffa al 92′

20 Febbraio 2011

ferrara_ciro_alla_partita_del_monzaNon c’è luce in fondo al tunnel. Il Monza perde ancora in casa, stavolta di fronte al Gubbio, e non serve a nulla recriminare per il gol della sconfitta, giunto al 92’ al termine di un’azione contestata perché viziata da un tocco di mano (volontario?) e da una sospetta posizione di fuorigioco del marcatore Borghese.

La squadra palesa carenze tecnico-tattiche evidenti, a cominciare da un modulo poco coprente per finire con la messe di ammonizioni ricevute, sintomo di difficoltà nelle situazioni di uno contro uno. Tuia è stato espulso ma anche Vignaroli avrebbe meritato il secondo cartellino giallo al termine del primo tempo.

Contro la capoclassifica il tecnico Corrado Verdelli ha dovuto fare a meno degli indisponibili Uggè e Ricci, rimpiazzati rispettivamente da Tuia e Ferrario, mentre a centrocampo Prato è tornato titolare con lo spostamento di Iacopino in posizione avanzata al posto di Stefano Seedorf.

Tra il 9’ e il 13’ si registrano i tiracci di Prato, Donnarumma e Ferrario. Al 18’ un (ancora) disastroso Westerveld svirgola il pallone in disimpegno ma Raggio Garibaldi non ne approfitta calciando al volo sull’esterno della rete. Il portiere olandese si mostra incerto anche al 36’ parando in due tempi un modesto sinistro di Gomez. 1’ dopo, però, l’ex estremo difensore del Liverpool si supera (in negatività) restando immobile su una conclusione da oltre venti metri tutt’altro che irresistibile di Galano. Il ventenne giocatore eugubino sarà stato senz’altro notato in tribuna dal commissario tecnico della Nazionale Under 21, Ciro Ferrara, all’intervallo a colloquio col direttore tecnico del Gubbio, ed ex allenatore dell’Inter, Gigi Simoni.

Il Monza si scuote all’intervallo visto che nei primi 4’ della ripresa confeziona un uno-due che riapre la partita. Al 1’ Iacopino devia in rete dall’area piccola un calcio di punizione di Tuia, mentre 3’ più tardi Prato ruba palla sulla tre quarti destra, s’invola sul fondo, crossa in mezzo dove Ferrario infila da due passi di tacco. Il tecnico degli eugubini Vincenzo Torrente riempie la squadra di attaccanti e per il Monza arriva all’11’ la svolta della partita in senso negativo: Tuia, già ammonito al 36’ del primo tempo, su un lancio dalle retrovie umbre viene preso in controtempo dal subentrato Bazzoffia e lo atterra al limite dell’area, beccandosi il secondo cartellino giallo e dunque anche quello rosso. Lo stesso Bazzoffia 1’ dopo per poco non riesce ad approfittare dell’ennesima incertezza di Westerveld. Il forcing della squadra ospite si fa pesante ma Verdelli colpevolmente non tira fuori nessuna delle due (stanche) punte per rinforzare la fase difensiva. Lo fa solo sul 2-2, giunto al 18’ grazie a un bolide di destro di Borghese da posizione decentrata dal limite dell’area… Il Monza soffre ma resiste fino al 47’, quando da un calcio di punizione scodellato da centrocampo la sfera rimpalla tra le sagome di Cudini e Gomez che tocca di mano per Borghese, lesto nell’infilare la porta dei locali. Il guardalinee prima dice all’arbitro che è gol, poi ci ripensa e infine cambia nuovamente idea: oltre al danno la beffa insomma…

Verdelli non si presenta in sala stampa (e neanche il suo secondo) così tocca a Fabio Vignaroli (brutta prestazione la sua, infatti è stato sostituito all’intervallo) a giustificare quanto visto al Brianteo: “Negli spogliatoi c’è rabbia perché non riusciamo a dimostrare cosa abbiamo ‘dentro’. Comunque abbiamo finito le scuse. Ci assumiamo le responsabilità di questo momento. Come gruppo facciamo da scudo a certi ragazzi della squadra che non si meritano delle cose che sono successe. Non stiamo rubando nulla qui a Monza. C’è troppa negatività attorno a questa squadra. Stiamo annegando ma non troviamo appigli”.

A questo punto è stata chiesta la presenza in conferenza stampa di un dirigente. E’ arrivato il direttore sportivo Vincenzo Tridico che ha escluso che Verdelli sia attualmente in discussione.

{xtypo_rounded2} MONZA BRIANZA-GUBBIO 2-3 (0-1)

MONZA BRIANZA (4-3-1-2): Westerveld; Tuia, Cudini, Fiuzzi, Campinoti (15’ s.t. Barjie); Gambadori, Vignaroli (1’ s.t. Campisi), Prato; Iacopino; Ferrario, Masini (19’ s.t. Oualembo). In panchina: Marcandalli, Dokovic, Chemali, Seedorf S.. All.: Verdelli.

GUBBIO (4-3-3): Lamanna; Bartolucci, Borghese, Briganti, Farina; Sandreani, Boisfer, Raggio Garibaldi (8’ s.t. Daud); Galano (1’ s.t. Bazzoffia), Gomez, Donnarumma (25’ s.t. Suciu). In panchina: Farabbi, Alcibiade, Gaggiotti, Caracciolo. All.: Torrente.

ARBITRO: Borriello di Mantova.
RETI: 37’ p.t. Galano, 1’ s.t. Iacopino, 4’ s.t. Ferrario, 18’ s.t. e 47’ s.t. Borghese.
NOTE
: calci d’angolo 1-1; ammoniti Gambadori, Vignaroli, Tuia, Oualembo, Sandreani, Borghese e Farina; espulso all’11’ s.t. Tuia per somma di ammonizioni; recuperi 1’ e 4’; spettatori paganti 246, abbonati 427, per un incasso complessivo di 7328 euro. {/xtypo_rounded2}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi