08 Marzo 2021 Segnala una notizia

Caso petrolio nel Lambro, sabotaggio fatto in casa? Indagati i Tagliabue

8 Febbraio 2011

villasanta-lombardapetroli-ingresso-MBSono loro, i padroni di casa, Giuseppe e Rinaldo Tagliabue, gli indagati per il disastro ambientale al fiume Lambro dello scorso febbraio. Gli stessi proprietari della società, la Lombarda Petroli di Villasanta, avrebbero, secondo le indagini, responsabilità dirette nella manomissione che ha consegnato alle acque del principale fiume brianzolo una quantità di idrocarburi pari a 2.600 tonnellate.

Il motivo? Sottrazione all’accertamento fiscale.

La Lombarda, nonostante la traslazione da raffineria a centro di stoccaggio, continuava a muovere, in entrata e in uscita, quantità ingenti di olii industriali e di carburanti, le quali non trovavano corrispondenza con i registri e con le tasse versate dall’azienda.

lombarda-petroli-paxPare, insomma, che i due capoccia della Lombarda Petroli, in odore di maxi sanzione, (si parla di milioni di euro di multa, come riporta il Corriere della Sera, ndr), abbiano favorito la manipolazione, con l’aiuto di uno o più complici, causando il disastro ambientale e compromettendo la salute, già fortemente precaria, del fiume nostrano.

Uno scenario, questo, confermato in mattinata anche da Gaetano Pecorella, Presidente della commissione parlamentare sulle attività illecite nel ciclo dei rifiuti, che ha ribadito: «Le indagini sono alla stretta finale, si è trattato di un sabotaggio per l’ottenimento di benefici fiscali».

Saranno ulteriori interrogatori dei pm a valutare i provvedimenti nei confronti dei Tagliabue.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi