01 Marzo 2021 Segnala una notizia

Brianza, Unità d’Italia si festeggia il 17 marzo: Confindustria accetta il “baratto”

18 Febbraio 2011

mappa-provincia-mbIl “baratto” della festività del 150° anniversario dell’unità d’Italia con il 4 novembre piace alla Brianza. In particolare a quella che lavora, Confindustria in prima fila. Un po’ di amaro in bocca resta agli esponenti della Lega Nord ma a questo punto è ufficiale il 17 marzo sarà festa.

E così solo per l’anno 2011 gli effetti economici e gli istituti giuridici e contrattuali previsti per la festività soppressa del 4 novembre non si applicano a tale ricorrenza ma, in sostituzione, alla festa nazionale per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il 4 novembre, dunque, non verrà pagato come festività, riportando così in pari i budget aziendali.

Se da una parte il Consiglio dei ministri ha deciso con decreto di oggi di istituire per quest’anno la nuova festa nazionale, dall’altra parte i timori degli esponenti economici della Brianza erano alti. «Stiamo faticando tantissimo per essere più competitivi possibili ma i costi di questa festa non dovevano ricadere sulle imprese. Ciò non sarebbe stato corretto – esordisce il numero uno di Confindustria Monza e Brianza, Renato Cerioli e aggiunge – Così si è potuto trovare il giusto bilanciamento tra festeggiare una ricorrenza importante ma non gravare sui bilanci». Sulla stessa linea d’onda Carlo Edoardo Valli, presidente della Camera di Commercio, che sentenzia: «Questa è una decisione corretta».

Da regione Lombardia l’esultanza arriva in particolare da Roberto Alboni, vicepresidente vicario del Pdl in Regione Lombardia, che afferma: «Ero sicuro che il 17 marzo sarebbe stata festa nazionale, ma era giusto aspettare il Consiglio dei ministri e il decreto legge approvato questa mattina. Sono felice e orgoglioso di questa notizia. La mia gioia è quella di tutti gli italiani».

«È indispensabile in ogni caso dare alla giornata del 17 marzo l’importanza che merita – sostiene Giovanni Barzaghi, Presidente di APA Confartigianato – perché le nostre imprese si riconoscono pienamente nello spirito e nei valori cui la ricorrenza richiama tutti gli italiani. Dopo anni di duri sacrifici stiamo finalmente assistendo ai primi segnali di una timida ripresa – continua Barzaghi – In un periodo delicato come questo è indispensabile che l’Esecutivo dimostri attenzione alle esigenze della produttività e della crescita, come è accaduto in questa circostanza.»

Diverso il sapore del commento espresso dall’assessore provinciale allo Sport e turismo della provincia di Monza e Brianza, Andrea Monti (Lega Nord): «Sono lazzatese e a fine 800 proprio il 17 marzo Lazzate fu annessa a Misinto per tonare indipendente solo nel 1905. Per me quella data non ricorda nulla di buono».

Ad onor di cronaca oggi i ministri della Lega Nord si sono astenuti dal votare il decreto per la festa dell’Unità d’Italia.

Ultimo aggiornamento il 180211 alle 10,30

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi