01 Marzo 2021 Segnala una notizia

Agonia di Bames e Sem: dura analisi della situazione da parte dei sindacati

27 Febbraio 2011

vimercate-incontro-bames-1Una serata dedicata a quella che negli anni 70′ e 80′ era uno dei fiori all’occhiello dell’industria vimercatese: l’ex IBM, diventata poi Celestica e infine suddivisa in Bames e Sem. Presenti all’incontro organizzato da Fim e Cisl Brianza, Fiom e Cgil Brianza venerdì sera presso l’auditorium di villa Gussi a Vimercate moltissimi cittadini e lavoratori delle aziende interessate.

Dure le accuse arrivate da più fronti verso la Bartolini progetti, società proprietaria dell’area, ritenuta “incapace e inadeguata” per rilanciare un sito produttivo di alta tecnologia.

Presenti alla serata Gigi Redaelli, Segretario generale Fim Cisl Brianza, Andrea Di Stefano direttore della rivista di economia sociale “Valori”, il direttore del distretto high-tech Monza e Brianza Giacomo Piccini, il vicesindaco di Vimercate Roberto Rampi e la Dott.sa Erminia Zoppè in rappresentanza della provincia di Monza e Brianza.

Dalla ricerca commissionata dai sindacati ed eseguita dalla Merian Research e Valori, scaturisce una situazione abbastanza desolante: «Subito dopo l’acquisizione di Celestica Italia Srl da parte di Bartolini Progetti Spa – si legge nella ricerca – i fabbricati degli stabilimenti Celestica vengono venduti a Locat Spa (che poi confluisce in Unicredit Leasing), per poi essere ripresi in leasing da Bames Srl (nuovo nome di CelesticaItalia Srl) con un’operazione di “sell and lease back” (vendita con leasing diritorno). L’operazione di “sell and lease back” porta a un aumento delle disponibilità liquide di Bames Srl».

La liquidità recuperata con l’operazione di leasing ridà ossigeno a Bames Srl, ma non viene impiegata esclusivamente per rilanciare la produzione di Bames, ma viene usata anche per concedere prestiti a Bartolini Progetti Spa. Bartolini Progetti usa quindi la liquidità di Bames (conseguente all’operazione di vimercate-incontro-bames-sesell and lease back) anche per finanziarsi.

«La quasi totalità dei progetti di rilancio portati avanti da Bartolini è stata fallimentare – tuona Gigi Redaelli, segretario Fim Cisl – mi chiedo se si tratti di incapacità o di volontà della proprietà. La crisi non ha fatto che peggiorare la situazione, già precaria dell’azienda».

Scenari più preoccupanti vengono ipotizzati poi dal direttore della rivista Valori, Andrea Di Stefano: «Noi tutti abbiamo pagato la cassa integrazione che in questi anni è stata concessa ai lavoratori in difficoltà, ma con quale prospettiva? Ad oggi la società è in grande difficoltà e le proposte fino ad ora sviluppate sono state fallimentari. Spero che negli intenti di Bartolini non ci sia quello di rivendere l’area nel momento in cui ci fosse una riconversione in area commerciale e abitativa, con un grande guadagno per la proprietà, ma una grande perdita per il mondo del lavoro». All’orizzonte, nel 2012, c’è anche la scadenza del contratto di affitto di IBM, che fino ad ora non ha fatto sapere nulla a proposito, come ricordato dal rappresentante Rsu Ibm Renato Pomari, presente all’assemblea.

Il vicesindaco di Vimercate Rampi ha voluto ribadire il concetto che “fino a quando governeremo la città noi, quell’area non potrà che essere produttiva e non cambierà mai destinazione”. Lo stesso Piccini, del distretto High-tech ha ribadito che “per quanto è nelle mie possibilità di direttore del distretto cercherò sempre di aiutare l’ingresso e l’inserimento di nuove attività industriali nel comparto”.

Lo scettro delle decisioni rimane comunque nelle mani della proprietà che dovrà essere in grado di rilanciare il sito produttivo salvaguardando il futuro di centinaia di lavoratori.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi