24 Ottobre 2021 Segnala una notizia

Arcore, la guerra contro il “Ciao” sbarca su Facebook

13 Gennaio 2011

Inaugurazione_scultura-mbNeanche due mesi di tregua e la guerra al “Ciao” è riaperta. La scultura “L’uomo porta e rispetta la sua croce” dell’artista Lucio Boscardin, inaugurata il 10 ottobre scorso in largo Vela ad Arcore, è tornata al centro delle polemiche e delle ironie dei cittadini. “Via il Ciao Crociato dal centro di Arcore” è infatti il nome della pagina di Facebook che invita gli arcoresi a sostenere la rimozione dell’opera dello scultore di Camparada.

«Questa pagina nasce con l’intento di far rimuovere o ricollocare in luogo più idoneo (l’isola ecologica) l’orribile scultura di Lucio Boscardin “L’uomo porta e rispetta la sua croce”» sono le parole di presentazione. Segue poi un elenco di motivazioni che supportano la tesi dei “rottamatori”, per usare un termine all’ordine del giorno: «È esteticamente orribile e veicolatrice di un messaggio quantomeno discutibile: sembra quasi una rivisitazione del CIAO di Italia90 per un’eventuale edizione dei mondiali dInaugurazione_scultura2_MBi calcio in Vaticano – scrivono sul social network – o peggio ancora la mascotte di una legione di crociati».

Il fondatore della pagina, che ad oggi conta 45 gradimenti, si è concesso la licenza poetica di modificare il nome dell’opera: «”Ciao Crociato” è il nomignolo dispregiativo che ho deciso di dare alla cosiddetta opera, in alternativa al vero titolo, per altro ridicolo: “Ciao” perchè rassomigliante alla mascotte dei mondiali di calcio del 1990, “Crociato” perchè oltre ad essere cosparso di 13 croci è anacronistico come queste moderne crociate a difesa delle cosiddette “radici cristiane” d’Europa».

Ironia quindi, ma anche riflessione sul significato problematico dell’opera, specialmente in un contesto delicato e laico come la piazza di un Comune: «È da rimuovere perché se ho voglia di vedere un crocifisso vado in chiesa, me lo appendo a casa o lo porto al collo, non lo impongo a tutti sulla pubblica piazza…» è l’ultimo post comparso in internet.

Dopo aver fatto scontrare a muso duro le parti politiche arcoresi ora il “Ciao” ha smosso i cittadini in prima persona, con un movimento tanto ironico quanto significativo. Una cosa è certa: se l’obiettivo di Boscardin era far parlare di sé, senza ombra di dubbio ci è riuscito.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi