17 Giugno 2021 Segnala una notizia

Pgt di Concorezzo: i Gas di “Pane e rose” chiedono una città più “verde”

7 Dicembre 2010

concorezzo-gifAnche il Gas “Pane e rose” di Concorezzo, dopo la lista civica “per il bene comune”, chiede una svolta ambientalista del Piano di governo del territorio cittadino.

Fra le richieste avanzate e protocollate al comune il 6 novembre, la tutela e l’ampliamento del parco agricolo della Cavallera, uno stop all’edificazione indiscriminata di nuove abitazioni a fronte di un recupero di quelle esistenti e sfitte, uno stop alla costruzione di aree produttive senza che ci siano reali esigenze e uno sviluppo della rete di piste ciclabili.

Diverse le richieste di modifica del piano di governo del territorio avanzate e portate all’attenzione dell’amministrazione concorezzese dal Gruppo di Acquisto Solidale “Pane e rose” che ha sede a Concorezzo. Obbiettivo principale? apportare una svolta “verde” nelle future scelte che coinvolgeranno il territorio cittadino.

Non è un caso che fra i primi punti delle proposte ci sia la tutela e l’ampliamento delle aree protette dal Plis della Cavallera “estendendo e allargando i confini del Parco Agricolo della Cavallera fino ai margini dell’edificato attuale, comprendendo anche le zone residue di confine con altri comuni e altri territori già edificati”. Aree ad oggi non protette come era stato illustrato lo scorso 29 ottobre dall’assessore all’urbanistica Magni alla presentazione pubblica del Pgt in sede comunale. La stessa sera, la scelta era stata contestata anche da un rappresentante dei parchi del vimercatese, definendola “una scelta rischiosa che poteva portare a future cementificazioni”.

Altro grande interrogativo lo sviluppo residenziale e demografico della città: uno sviluppo che secondo i Gas dovrebbe avvenire con un preventivo monitoraggio delle case sfitte in città e la riqualificazione di quelle datate cercando di ridurre al minimo la costruzione di nuovi edifici, ed evitando la costruzione di nuove strade, come quella prevista a nord est della città “di sicura facilitazione a future edificazioni e occupazione di suolo agricolo a uso residenziale o produttivo/commerciale”, dubbio espresso anche da un paio di cittadini durante l’esposizione del Pgt lo scorso 29 ottobre.

Le proposte inviate in comune_pdf

{xtypo_rounded2}GAS Pane e Rose: l’associazione si presenta

Prima di tutto, GAS = Gruppo d’Acquisto Solidale. Il “GAS Pane e Rose” è ad oggi costituito da circa 80 famiglie iscritte all’Associazione che già da cinque anni si ritrovano due volte al mese per

organizzare e condividere le scelte di acquisto e promuovere uno stile di vita e di consumi rispettoso dell’ambiente in cui viviamo. E’ un gruppo spontaneo di persone che decidono d’incontrarsi per condividere le proprie scelte d’acquisto, facendo la spesa in comune utilizzando dei criteri di scelta consapevoli. La Solidarietà è il criterio guida nella scelta dei prodotti, secondo principi etici di consumo critico, che predilige l’acquisto diretto dai piccoli produttori piuttosto che la grande

distribuzione, il rispetto dell’ambiente nelle lavorazioni, i prodotti sani e biologici, il rispetto e il corretto trattamento dei lavoratori, la giustizia nei confronti dei popoli del sud del mondo e di coloro che subiscono le conseguenze inique dell’attuale modello di sviluppo. A livello sovracomunale facciamo parte della Retina, ovvero un organo di coordinamento “leggero” dei diversi GAS situati nei comuni della provincia di Monza e Brianza e che partecipa anche al Distretto di Economia Solidale della Brianza (DES-Bri). La nostra Associazione “GAS Pane e Rose” ha quindi lo scopo di facilitare e consolidare l’organizzazione del gruppo, ma anche promuovere a livello locale azioni culturali di sensibilizzazione, informazione e formazione sui

temi del consumo critico e di nuovi stili di vita sostenibili, facilitare la nascita di nuovi GAS nel territorio del Vimercatese, sostenere produttori locali con specificità particolari o finalità sociali e partecipare a progetti di filiera corta. Lo scorso giugno 2010 ci siamo inoltre iscritti all’albo delle Associazioni di Concorezzo.{/xtypo_rounded2}

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi