23 Novembre 2020 Segnala una notizia

Monza Verona che sconfitta: 5 a 1. Contestazione dei tifosi, ecco il video

5 Settembre 2010

dirigenza_calcio_monza_2010-2011Ennesima figuraccia del Monza dopo quelle che i tifosi biancorossi hanno dovuto sopportare nella scorsa stagione la peggiore di tutte l’l-6 inflitto al Brianteo dall’Arezzo. Stavolta a maramaldeggiare sul terreno dello stadio di casa è stato il Verona, sospinto dal tifo di diverse centinaia di ultras, molti dei quali assiepati in tribuna per aggirare l’introduzione della tessera del tifoso.

Pronti, via e gli scaligeri, ancora a 0 punti dopo due partite, si portano già in vantaggio. Maietta raccoglie una respinta della difesa locale sulla tre quarti offensiva e calcia in porta: il tiro è innocuo e si perderebbe sul fondo se non fosse che la retroguardia biancorossa non s’avvede della presenza, a due passi dalla porta, ma forse in posizione di fuorigioco, di Le Noci, per il quale infilare Westerveld è un gioco da ragazzi. Il Monza subisce il colpo e al 4’ il Verona insacca ancora con Pichlmann, ma stavolta il guardalinee alza la bandierina per segnalare la posizione (forse) irregolare dell’austriaco.

Un minuto dopo Samb prova a svegliare i compagni mostrandosi pericoloso dalle parti del portiere brasiliano Rafael. Ma è solo un fuoco di paglia. Al 17’ il raddoppio arriva davvero: Cudini si fa rubare palla da Hallfredsson sulla fascia destra difensiva e l’islandese la offre in mezzo per Le Noci che non fallisce il bersaglio. Al 23’ è tris: su un cross innocuo dalla destra di Le Noci l’ormai frastornato Cudini resta immobile permettendo a Pichlmann di infilare la sfera sul primo palo. La partita sembra chiudersi qui ma la goleada diventa un rischio concreto quando al 35’ Fiuzzi si becca la seconda ammonizione e viene espulso. Difatti al 15’ della ripresa Mancini insacca raccogliendo un cross dalla linea di fondo di Le Noci e a pochi secondi dal triplice fischio lo stesso bomber gialloblu firma il tris personale ribattendo in rete la palla finita sul palo dopo un suo colpo di testa. In mezzo alle due reti una gemma di Iacopino su punizione rende leggermente meno amaro il pomeriggio dei tifosi biancorossi.

Il tecnico Alessio De Petrillo ha ammesso in sala stampa di aver assistito a “una partita inaspettata, condizionata dai troppi errori commessi dal Monza nei primi minuti”. Secondo il neobiancorosso, di proprietà del Verona, Manuel Campisi, “abbiamo commesso lo sbaglio di non aggredire subito il Verona, che psicologicamente non stava bene essendo reduce da due sconfitte nelle prime due gare. Credo che siamo un’ottima squadra, ma dobbiamo crederci”. Mirko Cudini ha avuto il coraggio di venire in sala stampa e ammettere i propri errori: “Il difetto principale del Monza – ha dichiarato – è quello di crollare spesso dopo aver subito un gol nei primi minuti”.

 

{xtypo_rounded2}

I tifosi contestano la proprietà

Da segnalare che al triplice fischio arbitrale un gruppo di tifosi arrabbiati ha polemizzato col centrocampista del Milan, e garante della proprietà del club brianzolo, Clarence Seedorf, presente in tribuna. “Noi stiamo educando i giovani – ha ripetutamente detto l’olandese – Non ci frega niente di vincere o perdere perché siamo qui a Monza per far crescere i giovani”. Un tifoso ha obiettato: “Allora non dovete farci pagare 20 euro ma farci entrare gratis…”. “Voi pagate 20 euro a partita per vedere i giovani. Mettetevelo nella testa” ha replicato Seedorf. Un altro tifoso, più anziano, ha ribattuto: “Giovani? Ma se qui continuiamo a vedere gli errori di Cudini (37 anni, ndr)”. Seedorf allora ha chiuso così il battibecco: “Lei sa quante società sono fallite quest’anno? A decine… Ci vuole tempo per costruire un progetto vincente coi giovani”.
Ecco il video caricato da un tifoso su you tube {/xtypo_rounded2}

{xtypo_rounded2}

MONZA BRIANZA-HELLAS VERONA 1-5 (0-3)

MONZA BRIANZA (4-3-1-2): Westerveld; Tuia, Cudini, Fiuzzi, Anghileri (dal 41’ s.t. Uggè); Prato (dal 42’ p.t. Campinoti), Iacopino, Campisi; Meduri; Seedorf S., Samb (dal 27’ s.t. Ricci). In panchina: Marcandalli, Seedorf C., Zebi, Kyeremateng. All.: De Petrillo.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Rafael; Cangi, Ceccarelli, Maietta (12’ s.t. Campagna), Anderson (24’ s.t. Martinarini); Mancini (19’ s.t. Garzon), Esposito, Hallfredsson; Berrettoni; Pichlmann, Le Noci. In panchina: Da Vià, Ferri, Paghera, Russo. All.: Giannini.

ARBITRO: Gallo di Barcellona Pozzo di Gotto.

MARCATORI: 1’ p.t e 17’ p.t. Le Noci, 23’ p.t. Pichlmann, 15’ s.t. Mancini, 21’ s.t. Iacopino, 49’ s.t. Le Noci.

NOTE: calci d’angolo 5-8; ammoniti Campisi, Samb, Mancini e Anderson; espulso al 38’ p.t. Fiuzzi per somma di ammonizioni; recuperi 3’ + 4’; spettatori paganti 900 per un incasso di 11000 euro, abbonati circa 400. {/xtypo_rounded2}

 

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi