03 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Monza: prende l’auto sequestrata al padre, scappa al controllo dei militari e si fa sparare addosso

17 Settembre 2010

carabinieri-controlliIl suo aggirarsi in auto a passo d’uomo e con i fari spenti, ha insospettito i carabinieri che volevano controllarlo, ma lui, per paura di vedersi portare via l’auto presa di nascosto al padre, è fuggito facendosi inseguire fino a Lecco, tentando di speronare ed investire i militari, finendo per beccarsi qualche colpo di pistola.

K.C., 22enne congolese residente a Veduggio ed operaio di professione, ieri notte, poco dopo le quattro, stava circolando per le strade di Camparada a bordo della sua Mercedes classe C, a velocità ridottissima e con i fari spenti. Una pattuglia dei Carabinieri di Monza, sul posto per uno specifico servizio di contrasto ai furti in appartamento in seguito a ripetute segnalazioni dei residenti, insospettita gli ha intimato l’alt. Invece di accostare e fornire i documenti, il giovane ha ingranato la marcia partendo a tutta birra per sfuggire al controllo, prima tra le strade del quartiere e poi immettendosi nella provinciale in direzione Lecco.

Nei primi momenti della sua fuga, con i militari a sirene spiegate alle calcagna, l’operaio ha rischiato più volte di causare incidenti, costringendo alcune automobili a manovre di emergenza per evitare la collisione. Non contento, nel tentativo di liberarsi della pattuglia, il giovane ha cercato di frenare e speronarla più volte, nel tentativo di farla uscire di strada. Appena l’inseguimento ha raggiunto una zona disabitata nelle campagne lecchesi, i carabinieri hanno deciso di superare la sua auto, fermarsi ed esplodere un colpo in aria a scopo intimidatorio, ma nemmeno questo tentativo ha fermato il fuggitivo che, anzi, ha quasi investito il militare sceso dall’auto. A quel punto, persuasi che la sua condotta avrebbe potuto provocare danni nei successivi centri abitati, i militari sono risaliti in auto e gli hanno sparato alle gomme posteriori, forandole.

Il congolese, dopo oltre quaranta minuti di inseguimento e la macchina danneggiata, ha però spento i fari e proseguito la fuga entrando in Cassago Brianza. Giunto in un parcheggio, il ragazzo ha abbandonato l’auto tentando di fuggire a piedi, ma i carabinieri sono riusciti finalmente ad immobilizzarlo. Una volta in caserma, il 22enne ha dichiarato di essere fuggito perché la sua auto, di proprietà del padre, era sottoposta a fermo amministrativo per il mancato pagamento delle rate di acquisto e di averla presa senza dire nulla a nessuno. Per una sciocca bravata, il giovane è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e verrà processato domani mattina a Lecco.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi