27 Novembre 2020 Segnala una notizia

Monza, il dopo GP: Comitato Parco: «Un evento ormai morto». Scena Aperta: «Successo totale»

15 Settembre 2010

Gp-box_MBOra che l’eco dei motori si è smorzato e che anche l’ultima bollicina dello champagne del podio è evaporata, rimangono, come ogni anno, ragionamenti e bilanci per la città di Monza e i suoi abitanti; cosa resta della tre giorni più attesa dell’anno?, cosa resta, a Monza e ai monzesi, dopo l’ottantunesimo Gran Premio d’Italia?

Bianca Montrasio, presidente del Comitato Parco ‘Cederna’, sembra avere le idee chiare: «La Formula Uno è morta. Si tratta di un settore perdente e questa amministrazione non fa gli interessi dei cittadini nel continuare a difendere una manifestazione che registra decisi cali anno dopo anno. Gli eventi collaterali, come Monza Più, sono ormai dei flop colossali, una recente indagine, che abbiamo portato avanti su un campione ristretto di commercianti del centro, confermano questo trend negativo. La gente viene a Monza esclusivamente per vedere la gara, sono pochi, pochissimi, gli utenti che arrivano fino in centro città e valorizzano il turismo e il commercio monzese.
La vera risorsa per la città è il Parco, gli sforzi andrebbero concentrati in questo senso e non, certamente, come da recente progetto presentato in giunta, includendo fantomatici distributori di benzina ecologica all’interno delle mura del nostro polmone verde. Dal Parco bisogna escludere e non includere, evitando ulteriori speculazioni».

Di tutt’altro parere è Luca Magni, presidente di ‘Scena Aperta’ e organizzatore di ‘Monza Più’, settimana di manifestazioni collaterali al Gran Premio: «Abbiamo avuto 35 eventi e, per ogni evento, c’è stata la coda per partecipare. I risultati sono stati straordinari, 150 mila persone hanno letteralmente invaso la città e hanno decretato il successo della manifestazione. Chi parla di flop è assolutamente fuori strada».

Morbido anche Pierfranco Maffè, assessore al Parco del Comune di Monza: «Rispetto allo scorso anno abbiamo registrato un leggero aumento del pubblico nella tre giorni automobilistica, 130.000 tifosi contro i 125.000 del 2009. Innegabilmente qualcosa si è mosso in città, anche a livello commerciale. Fare di più è possibile ma servono risorse economiche e idee, in concreto, comunque, sono state molte le opportunità: dall’apertura del Museo del Duomo agli eventi di Monza Più, passando per il concerto di Mario Biondi di sabato sera e arrivando al progetto più ad ampio respiro, previsto per settembre, delle Ville aperte. Per quanto concerne il distributore, l’iter è ancora lungo: sarà indetta una conferenza di servizi e andrà operata una riqualificazione dell’area interessata, inoltre, come da prassi, verranno ascoltati i pareri degli organi competenti. La zona è compatibile, come ha riportato la commissione ambientale, e la giunta di Monza ha fatto proprio questo parere».

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi