03 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Usmate Velate, LatBri riprende la produzione. Mozzarella blu, per colpa di una forbice sporca

27 Agosto 2010

mozzarella_lat_briLat Bri riprende la produzione. Il sopralluogo di ieri dei funzionari Asl ha accertato che tutte le prescrizioni richieste sono state soddisfatte e nel corso della nottata l’azienda ha riattivato la produzione di mozzarelle e latticini.

Il via libera è arrivato al termine di una settimana carica di tensione, che ha raggiunto il suo punto più alto martedì mattina quando i lavoratori dell’azienda di Usmate Velate hanno organizzato un presidio davanti alla sede Asl per chiedere la riapertura della ditta. Giovedì in serata Latbri ha diramato un comunicato nel quale spiega i termini dell’operazione. “Il provvedimento sospensivo, avvenuto il 19 agosto,era motivato da infrazioni prevalentemente di carattere amministrativo e organizzativo, non da difetti igienico-sanitari nei prodotti – hanno scritto nella nota -. Il principale rilievo amministrativo ha riguardato la presenza in stabilimento anche di due fonti idriche (pozzi) che, ancorché potabili, non avevano ricevuto il certificato di potabilità; fonti idriche che l’azienda non aveva in uso sin dalla metà di aprile. Infatti l’acqua utilizzata per le produzioni Lat Bri è prelevata dal pubblico acquedotto, pertanto non vi è alcun dubbio sulla sua potabilità”. Proprio a causa di quest’acqua, tuttavia, Asl, di comune accordo col ministero e con Regione Lombardia ha disposto il ritiro di tutti i prodotti da negozi e supemercati.

“Abbiamo già ottemperato – hanno aggiunto dall’azienda -. Tuttavia ci riteniamo fortemente penalizzati da questa decisione”. Da qui una netta presa di posizione e ha aggiunto come la mozzarella blu segnalata a Milano nello scorso luglio sia una vera e propria “bufala”. “Le analisi svolte dall’azienda – hanno scritto nella nota – e dagli organismi di controllo hanno escluso la presenza della pseudomonas fluorescens (organismo che provoca la mutazione cromogena) e, inoltre, si è dimostrato che la causa originaria è stata l’utilizzo, per l’apertura della confezione del prodotto, di un paio di forbici sporche di inchiostro precedentemente impiegate dal consumatore stesso per attività di bricolage”.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi