28 Novembre 2020 Segnala una notizia

Milano – Meda: tutti a 70 all’ora. Subito le multe e le proteste. La Lega dice no

30 Agosto 2010

cartello_limite_velocit_milano_medaOra c’è chi pensa di bloccare la Milano Meda per protestare contro il nuovo limite di velocità, sceso da 110 km all’ora a 70 km all’ora. Motivo? Il cattivo stato del manto stradale. E ad agosto c’è già chi, non avendo visto i nuovi cartelli, si è visto appioppare una salata multa.

Le proteste contro la provincia di Milano che ha in gestione la tratta non sono tardate ad arrivare in particolare su face book, il noto social network, dove in pochi giorni il gruppo ha raccolto quasi 800 sostenitori: tutti che vogliono tornare a correre sulla Milano Meda.

Nella bacheca del gruppo si legge che «chi ha deciso di abbassare il limite sulla Milano-Meda lo ha abbassato da 110 km/h a 70 km/h. Però non ha modificato i tratti in cui era 90 km/h o 80 km/h», costringendo quindi gli automobilisti a percorre quella strada stando quasi più attenti agli indicatori di velocità che a chi li precede. Sempre in face book si legge: «Per cui prima avevamo i rettilinei con limite 110 km/h e i tratti con curve a 90 km/h. Ora abbiamo i rettilinei a 70 km/h e le curve a 90 km/h» Addirittura c’è chi si è accorto che in prossimità di alcuni lavori autostradali il limite paradossalmente aumentava dai 70 km all’ora a 80 km all’ora.

La questione sarà affrontata dai politici Brianzoli che hanno promesso di chiedere spiegazioni al Provincia di Milano, in particolare Massimiliano Romeo (Lega Nord) che sostiene non corretto aver abbassato i limiti per le cattive condizioni della strada, invece che trovare il denaro per un intervento migliorativo.

Ricara la dose il senatore Cesarino Monti “Come a volere approfittare della situazione per multare i pendolari brianzoli e tornare a fare cassa sulla superstrada” – critica il senatore della Lega Nord e presidente di Co.Nord, Cesarino Monti e aggiunge – E’ indecente, specialmente in un periodo economico come questo, che si punti alla multa facile sulla superstrada per aumentare gli introiti e magari centrare gli obiettivi di bilancio delle Polizie locali. Faccio appello ai sindaci del territorio interessato perchè diano indicazioni di buon senso ai loro comandanti di Polizia locale e non tornino a considerare, come già avvenuto in passato, la superstrada come un bancomat dal quale prelevare di continuo risorse, mettendo le mani nelle tasche delle famiglie di pendolari che usano quella strada per andare e tornare dal lavoro. Anche perchè con il nuovo Codice della strada, appena diventato legge, gli introiti delle multe non andranno più totalmente ai Comuni”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi