01 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Approvato l’Assestamento del Bilancio 2010. Cosa pensano i consiglieri brianzoli della manovra?

31 Luglio 2010

palazzo_regione_lombardia1Con 42 voti favorevoli il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato a maggioranza l’Assestamento del Bilancio 2010. La manovra, discussa durante la seduta di martedì al Pirellone nel corso della sessione di Bilancio,mette a disposizione risorse autonome per circa 154 milioni di euro, tra i quali spiccano i 134 milioni derivanti dalla rideterminazione delle quote 2007 di Irap e Irpef, 5 milioni dalla compartecipazione Iva e da 2 milioni dai canoni di concessione del demanio lacuale.

Per quanto riguarda le nuove autorizzazioni di spesa, la manovra destina 28 milioni per la cittadella della salute, 22 milioni per la dote scuola, 15 milioni per la ristrutturazione e l’ammodernamento delle aziende sanitarie, 14.5 milioni per l’acquisto di autobus e 21 milioni per opere e interventi connessi all’Expo.

Soddisfatti i consiglieri brianzoli di Pdl e Lega che hanno sottolineato come, nonostante la crisi e i tagli imposti dalla manovra finanziaria, il Pirellone ha mantenuto le sue promesse, riuscendo a scongiurare i tagli alla sanità e ai servizi alla persona.  Qualche obiezione, invece, è stata sollevata dall’opposizione.

{xtypo_rounded2} Roberto Alboni, Pdl

«Con l’Assestamento del Bilancio gli impegni presi sono stati mantenuti tutti e Regione Lombardia, con i tagli che ne conseguono dopo la Finanziaria, riuscirà a contenere questi alleggerimenti. Non è stato toccato il capitolo della sanità e il taglio sui trasporti non inciderà sulle infrastrutture, toccherà eventualmente il numero delle corse e la consegna di alcuni carri ferroviari. Tengo a sottolineare, inoltre, l’attenzione rivolta ai lavoratori. Attraverso gli ammortizzatori sociali la Lombardia ha sempre messo molti soldi,dall’Alfa Romeo alla Carlo Colombo. I lavoratori non possono permettersi il lusso di stare a casa, serve flessibilità e il ricollocamento è una competenza della Regione».{/xtypo_rounded2}.

{xtypo_rounded2} Enrico Brambilla, Pd

«Questa manovra in un qualche modo richiama quella in discussione in Parlamento, prima di tutto sul versante delle entrate. Anche in Lombardia il primo risultato è stato un incremento della pressione fiscale, che da un lato abbassa il prodotto interno lordo e dall’altro aumenta le entrate tributarie che non sono state impiegate per alleggerire il carico tributario di chi le tasse le paga. L’aumento della nuova spesa, dal nostro punto di vista, non tiene conto della situazione contingente. Per quanto riguarda le proposte emendative presentate, ho richiesto di destinare 500 mila euro alla Biblioteca per ciechi “Regina Margherita” di Monza».{/xtypo_rounded2}.

{xtypo_rounded2} Stefano Carugo, Pdl

«E’ indubbio che qualche preoccupazione ci sia dopo i tagli della Finanziaria, ma la Lombardia è sempre stata una Regione virtuosa  e i tagli non toccheranno sanità e servizi sociali. Per quanto riguarda il nostro territorio, la Brianza, rimarremo vigili: abbiamo opere che devo essere fatte al di là dei tagli, come la riqualificazione della Villa reale e il metrò che dovrà arrivare almeno fino a Bettola. Sono già stati finanziati due asili nido a Monza,  è in sviluppo un progetto di cure intermedie per gli anziani della Brianza e dal prossimo anno mi batterò a fondo sulla questione infrastrutture, almeno per quanto riguarda Pedemontana . Inoltre voglio proseguire l’esperienza di housing sociale iniziata a Monza {/xtypo_rounded2}.

{xtypo_rounded2} Giuseppe Civati, Pd

«Questa stagione politica ed economica è un fallimento. La manovra non considera la crisi e non tiene conto delle Regioni, c’è una superficialità clamorosa per nascondere le contraddizioni. In Brianza ci troviamo di fronte a un’emergenza legalità che in nessun altro territorio della Lombardia si è mai visto. Si va nella direzione opposta a quanto abbiamo sempre detto, in più avere negato per due anni la crisi ha ritardato di due anni gli interventi».{/xtypo_rounded2}.

{xtypo_rounded2} Massimiliano Romeo, Lega Nord

«L’Assestamento del Bilancio ha dimostrato il massimo utilizzo delle risorse e l’ottimizzazione delle spese in revisione dei tagli. Ci sono 136 milioni di euro di spese correnti , 160 milioni di rinvestimenti e 6 milioni per le nuove attività imprenditoriali. Per quanto riguarda il nostro territorio, sono riuscito ad introdurre la mia proposta di Legge di includere i Comuni di Busnago, Roncello, Caponago e Cornate d’Adda all’interno dell’Asl di Monza e Brianza (prima facevano parte dell’Asl di Milano ndr). I tagli sono ipotetici, non è stato fatto ancora nessun tipo di ragionamento a riguardo. Restiamo in attesa di chiarire il maxi emendamento da parte del Governo».{/xtypo_rounded2}.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi