04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Agrate Brianza, trovato l’accordo alla Carlo Colombo. Operai giù dal tetto

8 Luglio 2010

Carlo-Colombo-lavoratorisultettoTrovato l’accordo sulla Carlo Colombo di Agrate Brianza. Dopo tre settimane di protesta, gli 8 operai che contestavano l’azienda per il mancato rispetto dell’accordo stipulato sono scesi dal tetto. L’assemblea dei lavoratori ha approvato l’intesa firmata al ministero del Lavoro secondo il quale 80 lavoratori potranno contare su di un nuovo posto di lavoro e sul prepensionamento.

«Finalmente è arrivata la notizia che aspettavamo con ansia da troppi giorni – ha commentato il presidente della Provincia di Monza, Dario Allevi, che ha partecipato al vertice al ministero -. Siamo riusciti a risolvere un nodo veramente intricato». L’accordo siglato, innovativo nel suo genere per il coinvolgimento di tutte le parti (lavoratori, azienda, istituzioni) nelle politiche attive del lavoro, prevede un piano di ricollocazione dei dipendenti della Carlo Colombo SpA di Agrate, oltre a misure di incentivazione per la formazione professionale e la gestione degli esuberi. «Siamo contenti e molto sollevati – dicono Enrico Brambilla e Adriano Poletti, rispettivamente segretario provinciale (e anche consigliere regionale) e consigliere provinciale a Monza – . L’interruzione della protesta dei lavoratori della Carlo Colombo, da giorni accampati su un tetto rovente, e la tutela della loro salute erano i primi obiettivi di tutti. Rileviamo però come la soluzione complessiva del problema, speriamo definitiva, sia stata raggiunta solo grazie all’intervento delle istituzioni e che l’azienda ha alla fine sicuramente fatto molto meno di quanto si era impegnata a fare».

«Sono stanchi, dimagriti e disidratati ma felici che si sia raggiunto un accordo – ha detto Carlo Castagnoli, sindacalista della Fiom che ha seguito tutta la vertenza dell’azienda di Agrate -. Ora sono tornati alle loro case e alle loro famiglie con una speranza per il futuro». Sulla risoluzione della questione Carlo Colombo è intervenuto anche l’assessore regionale al Lavoro, Gianni Rossoni. «Si tratta – spiega Rossoni – di un accordo innovativo, fortemente auspicato da Regione Lombardia, teso alla ricollocazione sul lavoro delle persone, segno di una grande responsabilità sociale da parte dell’azienda e della disponibilità delle organizzazioni sindacali, su un percorso in cui le risorse del privato si integrano con risorse pubbliche, mutuando e valorizzando il modello lombardo di sviluppo del capitale umano».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi