01 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Ridotte fino al 90% le tasse sulla registrazione dei prodotti chimici per le PMI

1 Giugno 2010

Riduzione dei costi per le PMI: con quest’obiettivo la Commissione europea ha ridotto le tasse per le piccole e medie imprese, legate alla registrazione delle sostanze chimiche prevista dal nuovo regolamento del settore, noto come REACH. La riduzione delle tasse arriva fino al 90% per le microimprese, 60% per le piccole imprese e 30% per le imprese di medie dimensione, comprese cioè tra 50 e 250 dipendenti. L’Agenzia europea per le Sostanze chimiche (ECHA) è l’ente responsabile dell’applicazione del regolamento su classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze chimiche, approvato nel 2008. La prima scadenza da rispettare per la registrazione all’ECHA dei prodotti da mettere in commercio è quella del 30 novembre.

La tassa deve essere versate quando un’impresa chiede una denominazione alternativa per una sostanza chimica o una classificazione e etichettatura armonizzate per le sostanze. Le imprese possono inoltre usare la nuova denominazione alternativa in diverse miscele addizionali senza dover pagare una tassa extra.

Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea e responsabile per industria e imprenditoria, con il pieno accordo di Janez Poto?nik, commissario responsabile per l’Ambiente, ha affermato: “Questa è stata per me una priorità sin dall’inizio del mio mandato. Le significative riduzioni, che vanno fino al 90%, del carico per le piccole imprese del settore chimico, ci aiuteranno  a garantire la loro competitività. Con i regolamenti REACH e CLP abbiamo posto le basi per un quadro legislativo moderno che apre anche nuove opportunità per le imprese.”

C’è un’altra importante novità introdotta nel regolamento REACH: tutte le imprese possono usare la loro lingua, poiché i documenti orientativi e gli strumenti di attuazione dei regolamenti sono stati tradotti nelle 23 lingue ufficiali dell’UE, italiano compreso. La Commissione pubblicherà fra breve in tutte le lingue dell’UE un documento sintetico chiamato ‘Progetto di orientamento in materia di autorizzazione’.

Per agevolare ulteriormente le PMI nell’attuazione del regolamento Reach partono anche gli strumenti di assistenza per le PMI. Sono infatti stati istituiti dei servizi nazionali di assistenza tecnica (helpdesk), funzionanti in tutti gli Stati dell’UE. In occasione di un convegno organizzato a Milano il 21 maggio dalla Rappresentanza della Commissione europea e da Federchimica, Tajani ha sollecitato gli Stati membri ad assicurare che gli helpdesk abbiano una dotazione di personale adeguata per far fronte alla crescente domanda determinata dalle scadenze imminenti, in particolare quella del 30 novembre.

* Discorso del vicepresidente VP Tajani agli helpdesk di REACH
http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/tajani/multimedia/tv-broadcasts/index_it.htm

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi