24 Novembre 2020 Segnala una notizia

“Stili di vita & cancro”: come prevenire la malattia oncologica

1 Giugno 2010

stilivita-cancro-confLa prevenzione della malattia oncologica si realizza anche attraverso un corretto stile di vita: questo il concetto dibattuto e approfondito nell’incontro “Stili di vita & cancro”, svoltosi giovedì 19 maggio a Monza presso la ASL di Monza e Brianza – Auditorium di Viale Elvezia. L’incontro, aperto a tutta la cittadinanza e organizzato dai medici dell’Unità Operativa di Oncologia degli Istituti Clinici Zucchi, ha voluto porre l’accento sulla necessità di creare e divulgare una cultura della prevenzione, sottolineando quanto lo stile di vita e l’alimentazione giochino un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute.

Dopo l’intervento introduttivo del dott. Giuseppe Dallavalle, responsabile dell’Unità Operativa di Oncologia, il dott. Nicola Frisia e la dott.ssa Stefania Fossati hanno illustrato cinque diversi stili di vita pensati per ridurre il rischio di essere colpiti da patologie oncologiche.

Ampio risalto è stato dato al problema del fumo e ai rischi neoplastici e cardiovascolari ad esso correlati. E’ stato sottolineato come negli ultimi anni si sia molto ridotta la quota di uomini fumatori (scesa da oltre il 50 al 38% della popolazione maschile), mentre le donne sono rimaste grosso modo lo stesso numero percentuale: più del 16%. Peraltro si è sottolineato che, indipendentemente dagli anni di tabagismo e dal numero di sigarette fumate, smettere significa riportare il proprio rischio di neoplasia uguale a quello dei non fumatori nell’arco di 10 anni. In 15 anni di sospensione del fumo ritorna tale anche quello di malattie cardiovascolari.

Nella prevenzione dei tumori importanti le cinque porzioni quotidiane di frutta e verdura, una regolare attività fisica e corrette attenzioni sanitarie laddove possibile fare prevenzione, oltre che per sé stessi (con l’adesione ai programmi di screening) anche nel valutare correttamente le eventuali esposizioni a rischi ambientali. L’intervento successivo è stato quello del dott. Monaco che ha presentato i dati relativi all’efficacia dello screening per la mammella nell’ambito della ASL 3.

Iciuffo-medicol dott. Giovanni Ciuffo (in foto) ha poi illustrato nel dettaglio il percorso diagnostico “tipo” per la patologia della mammella effettuato presso il Centro di Senologia degli Istituti Clinici Zucchi, di cui è Responsabile. In collaborazione con la ASL 3 di Monza e Brianza, è stato studiato un percorso di diagnosi e cura privilegiato per la donna che inizia con la visita senologica e gli esami strumentali per concludersi nell’arco di tre giorni. L’innovazione, nel percorso diagnostico proposto dal Centro di Senologia diretto dal dott. Ciuffo, è rappresentata dall’indagine ottica della mammella (Comfortscan o DOBI, Dynamic Optical Breast Imaging), un esame non invasivo e non radiologico che utilizza la lunghezza d’onda della luce rossa, individuando immagini di attività neoangiogenetiche, ovvero quella rete vascolare che andrà a nutrire il tumore. Questa nuova procedura, utilizzata in sinergia con le metodiche tradizionali quali la mammografia e l’ecografia, è stata inserita dagli Istituti Clinici Zucchi nello screening della patologia mammaria. In Italia vengono scoperti ancora 40.000 casi all’anno, con una incidenza che, soprattutto sotto i 50 anni, è in aumento specie nelle zone altamente urbanizzate. Lo stile di vita, ma anche il fumo, l’alimentazione e le sempre più diffuse terapie ormonali giocano un ruolo determinante nell’insorgenza della patologia tumorale. Per tutti questi motivi il monitoraggio sul lungo periodo riveste un’importanza essenziale nella prevenzione della patologia della mammella.

La serata è stata la prima di una serie di incontri divulgativi, che riprenderanno con due convegni in programma a settembre, rivolti a tutti i cittadini per sensibilizzare e informare sulla prevenzione e sulle terapie per curare le patologie tumorali ed è stata patrocinata dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Monza e Brianza, dal Comune di Monza, dalla ASL 3 di Monza e Brianza, dall’Ordine dei Medici ed ha avuto il sostegno dell’Associazione onlus Cancro Primo Aiuto.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi