28 Novembre 2020 Segnala una notizia

Monza. Doppia serata letteraria con Elena Percivaldi e Lorenzo Banfi

11 Giugno 2010

elena_PercivaldiQuesta volta è toccato all’arte della parola: letteratura e saggistica. Due presentazioni, due testi, due autori. Mercoledì 9 Giugno presso MilesiLab di Monza la serata è iniziata poco dopo le 19.00 ed è proseguita fino alle 22.00.

Elena Percivaldi, giornalista professionista, critico d’arte e musicale, si occupa di storia medievale e antica, ha iniziato con la presentazione del suo libro “I Lombardi che fecero l’impresa”.

Come tiene a precisare l’autrice, il testo “pur trattando di storia civile, militare e politica, e basato su un’attenta esegesi è caratterizzato da uno stile semplice che ha la scorrevolezza del romanzo e la perizia del saggio”.

La trattazione riguarda la lotta fra i Comuni e Federico III Hohenstaufen, il Barbarossa.

Molti capitoli, brevi e scorrevoli osservati “da un punto di vista inedito: il protagonista è proprio il nemico, l’imperatore”. Il saggio contiene qualche puntualizzazione sulla conoscenza attuale: dalla completa assenza di citazioni ufficiali sulla figura – a questo punto leggendaria e di provata invenzione posteriore – di Alberto da Giussano ai dubbi sul giuramento di Pontida, il tutto “documentato” dall’assenza di citazioni a supporto delle teorie contrarie.

Nonostante questi chiarimenti, anzi forse proprio grazie ad essi, il testo “è avvincente e fruibile da tutti, studiosi, studenti, appassionati o solo curiosi della storia.”

Dopo un intervallo in cui il padrone di casa di MilesiLab ha proposto un assaggio di specialità locali brianzole, è stato il turno della seconda presentazione. Questa volta non si è trattato di un autore, ma di un traduttore. Lorenzo Banfi ha infatti presentato la versione in dialetto milanese del libro Dracula di Bram Stoker, precisando che “per milanese, si deve intendere la lingua parlata nel Ducato di Milano”. L’intento conservativo della tradizione poggia anche sul voler conferire una “dignità letteraria ad un dialetto, o meglio a parlate insubri, che non sono basi per barzellette o cabaret, e la cui diffusione è già stata elevata a livelli poetici e musicali da illustri artisti”. Mancava, però, qualcosa di “insolito che portasse il milanese in un ambito più ampio e che potesse contribuire a far considerare il milanese come una lingua e non come un dialetto”. Da qui la scelta di Dracula, uno dei libri più letti al mondo che riscuote successo fin dalla sua prima uscita nel 1897.

Seppure le analogie con il nostro territorio siano praticamente nulle l’obiettivo di questa impegnativa scelta è la dimostrazione che la nostra lingua “può descrivere tutte le situazioni, perfino le più inusuali per un cosiddetto “dialetto”.

www.menarestaeditore.it

www.domanunch.org

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi