04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Sondaggio. Indifferenza imbarazzante: che il GP vada a Roma non importa più?

21 Maggio 2010

granpremiomonzaSembrava uno degli argomenti che più stavano a cuore ai monzesi e ai brianzoli, ma un anno dopo l’ultimo sondaggio realizzato da MB News (leggi qui), siamo tornati a chiedere sabato scorso, 15 maggio, per le strade del centro di Monza cosa ne pensa la gente del rischio che sta correndo l’autodromo di essere scippato del Gran Premio d’Italia.

Dopo un anno, dopo numerosi articoli usciti sulla stampa locale e nazionale i monzesi sembrano non essere più di tanto preoccupati del fatto che dal 2013 si correrà un gran premio anche a Roma e che dal 2016 la convenzione tra l’autodromo di Monza e il circo della Formula Uno terminerà lasciando l’incognita sull’utilizzo del circuito monzese.

Sabato pomeriggio molte sono state le persone, 61 per essere precisi, che al nostro questionario hanno risposto con un “non mi interessa l’argomento” . Purtroppo non interessava rispondere a delle domande sul Gran Premio di formula uno e sul destino dell’autodromo. I più entusiasti si sono mostrati, manco a dirlo, i giovani che hanno dato prova di tenere veramente all’evento che rende famosa la nostra città nel mondo.

Tra coloro che hanno risposto, il 98 su 105 intervistati alla domanda “Se il Gran Premio passasse a Roma la considera una grande perdita per Monza?” pensa ancora che lo sia ma più per una questione economica che per ragioni legate alla salvaguardia della trad izione o perché sono accaniti tifosi della “Rossa”.

Da evidenziare che i 7 intervistati che hanno hanno risposto “no, non è una grave perdita, anzi…” sono perlopiù residenti delle zone limitrofe al parco che risentono del caos che l’evento trascina con sé.

Gp-torta_16052010

“Accetterebbe il compromesso di un Gran Premio a Roma e di uno a Monza?” Inutile dirlo, è il buon senso a dettare la risposta: la maggioranza ha risposto declassando la proposta come “depauperante” (soprattutto per Monza che finora ha avuto l’esclusiva del Gran Premio d’Italia) e anche a loro dire difficilmente attuabile. In definitiva, secondo molti, 82 su 105, questo compromesso sarebbe il primo passo per la perdita definitiva del GP nella città di Teodolinda.

Solo i giovani sarebbero disposti a scendere in piazza e lo si evince dalla risposta data all’ultima domanda: “Sarebbe disposto a manifestare per fermare lo scippo del Gran Premio?” No. E lo ha detto ben oltre la metà degli intervistati: 70. Solo 35 impugnerebbero bandiere e metterebbero in bocca fischietti per uno dei simboli che rendono nota Monza nel mondo.

{xtypo_rounded2}Dettaglio campione e questionario

Totale persone fermate 166
Totale intervistati 105

Se il Gran Premio passasse a Roma lo considera una grande perdita per Monza?
Si 98 – no 7

Accetterebbe il compromesso: un Gran Premio a Roma e uno a Monza?
Si 23 – no 82

Sarebbe disposto a scendere in piazza o a partecipare ad iniziative per temnere il GP a Monza?
Si 35 – no 70

{/xtypo_rounded2}

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi