04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

‘Ndrangheta made in Brianza: audizione del pm Mapelli in Provincia

18 Maggio 2010

provincia-slideLa ‘ndranghta in Brianza c’è eccome. E non si tratta di ‘ndrine parenti di quelle calabresi, ma di gruppi criminali locali, nati qui, sviluppatisi qui con affiliati lombardi. E’ questo, a grandi linee, il quadro che il pm di Monza, Walter Mapelli, ha tracciato lunedì pomeriggio nel corso dell’audizione delle commissioni Sicurezza e Controllo della Provincia.

Mapelli ha messo sotto i riflettori come i gruppi criminali siano oramai una realtà consolidata di questa zona e come non si possa parlare solo di infiltrazioni della ‘ndrangheta, ma anche della Camorra. Le caratteristiche principali sono grande capacità di infiltrarsi nel tessuto socio economico con grandi capitali provenienti da traffici illeciti come droga e usura e grande capacità di intimidazione: sovente non serve nemmeno minacciare ritorsioni, basta il nome.

I settori prdiltetti sono l’immobiliare e le costruzioni, vedi per esempio i lavori per l’allargamento della A4 e l’Alta velocità da Milano a Piacenza. Inutile dunque a testimoniare la pericolosità di questa situazione sono i cinque processi in corso ricordati da Mapelli, che squarciano il velo su di una realtà sviluppatasi sottotraccia nel corso di decenni. Giusto per fare qualche nome: il provedimenti per le discariche di Desio e per il Magic movie di Muggiò. Adesso, complice la crisi economica, rischia di intaccare ancora di più il tessuto delle aziende. Ma il problema della presenza della ‘ndrangheta e della camorra non è solo legato ella infiltrazioni nel mondo economico, ma anche in quello della pubblica amministrazioni: appalti, sub appalti, amministratori, politici.

Il consiglio del magistrato su come prevenire certi male è stato semplice: più uomini, più controlli e meno burocrazia. Non servono nuove leggi speciali, dice in sintesi Mapelli, ma è necessario che ciascuno faccia la propria parte. Che di fronte a certe situazioni dubiti e si faccia domande. E che, in ultima analisi, denunci quello che sa.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi