26 Novembre 2020 Segnala una notizia

Monza e Brianza, l’Unione Artigiani fa ancora i conti con la crisi

13 Maggio 2010

artigianoSi è parlato spesso, specialmente negli ultimi mesi e settimane, di ‘uscita dal tunnel della crisi’ oppure di ‘pericolo finanziario ormai scongiurato’. Ma non sembra, purtroppo, dare cenni di miglioramento l’artigianato brianzolo che, denuncia un calo negli avviamenti del lavoro e un saldo negativo, di oltre il 50%, tra imprese avviate e chiuse.

«Anche se siamo convinti – si legge nella nota dell’Unione Artigiani della provincia di Monza e Brianza – che le nostre imprese abbiano reagito con tenacia e senso di responsabilità alla crisi, constatiamo quanto sia prematuro parlare di uscita dal tunnel della congiuntura negativa. Sebbene si tratti di dati influenzati ancora dagli effetti di un tragico 2009, il riscontro numerico del 1° trimestre 2010 è motivo di apprensioni ancora forti».

Segnali davvero preoccupanti arrivano dai dati relativi agli avviamenti al lavoro nell’artigianato che opera in Brianza. Nel 1° trimestre 2010 sono stati circa un migliaio in meno rispetto allo stesso periodo del 2009, con un calo del 19,1%. Conforta, ma molto poco, che allo scadere dei primi 3 mesi dello scorso anno, il calo era stato del 31% rispetto al 2008 e si era attestato al 22% nel confronto totale dell’anno 2009, sempre rispetto al 2008.

AccorneroMarcounioneartigianiDue le considerazioni che emrgono: la prima è che il contratto a tempo determinato “scavalca” quello a tempo indeterminato, tradizionalmente il più “attinente” alle caratteristiche dell’azienda artigiana. La seconda, più preoccupante, riguarda l’apprendistato che mostra il dato negativo più alto (-29,8%).

«Ciò significa che risulta penalizzato il rapporto di lavoro che più si lega alle prerogative del mestiere artigiano – spiega il segretario generale dell’Unione, Marco Accornero (in foto a sinistra) – dove il giovane viene avviato alla professione attraverso un cammino di acquisizione delle conoscenze e delle tecniche e successivamente, in molti casi, viene assunto dall’azienda. Su questo dato incide poi, e non poco, la normativa che regola il contratto di apprendistato che, come più volte abbiamo sottolineato, risulta poco incentivante per l’imprenditore artigiano costretto a sostenere oneri particolarmente gravosi».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi