27 Novembre 2020 Segnala una notizia

Limbiate, quando il “centro commerciale” è in un capannone abusivo: 4 arresti

31 Maggio 2010

carabinieri-arrestoUn centro commerciale abusivo, chiuso al pubblico ma aperto ai “trafficanti”, da dove la merce partiva per canali misteriosi, in nero. Lo hanno scovato i carabinieri della caserma di Limbiate, in un capannone di via Como. Dentro, un fiorire di capi d’abbigliamento, mobili, apparecchi hi-tech e altro ancora, per un patrimonio di mezzo milione di euro e oltre.

A gestire la struttura quattro personaggi italiani finiti in manette con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa continuata: C.I., 56enne di Senago; R.R., 54enne di Cesano Maderno; O.R., 39enne di Verona; C.R., 55enne di Somma Lombardo, l’unico già con precedenti penali alle spalle. Si trovano in cella a Monza.

I quattro avevano messo in piedi una associazione ben organizzata. Si spacciavano per commercianti e si proponevano come intermediari fra produttori e grandi catene di distribuzione. Con astuzia, ordinavano e si facevano consegnare grossi quantitativi di prodotti, assicurando poi il pagamento. Che, però, non arrivava mai. In realtà, infatti, attraverso una serie di artifici contabili, alla fine non tiravano fuori un solo centesimo. Tutto il “bottino” lo facevano sparire nel capannone limbiatese, da dove poi gestivano la rivendita sul mercato irregolare.

Dopo le prime denunce ricevute, i carabinieri hanno iniziato ad andare a fondo nella questione, trovando lo spiraglio per incastrare i quattro. Arrivati al capannone, privo di insegne, hanno scoperto tutto il “ben di dio”, posto sotto sequestro e in fase di riconsegna a chi se l’era visto sfilare in maniera truffaldina.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi