24 Novembre 2020 Segnala una notizia

Lambro in piena, rischio esondazione? Protezione civile: «Non facilmente prevedibile, siamo in allerta»

13 Maggio 2010

{youtubejw width=”200″ height=”200″}I3dsicTL3xI{/youtubejw}Un altro temporale, anche questa mattina 13 maggio. Il rischio esondazione del Lambro è alto. Una squadra di 150 volontari tra protezione civile, Monza Soccorso e alpini è pronta ad intervenire nel caso il Lambro esondi.

«Non è un’eventualità facilmente prevedile – afferma Mario Stevanin, responsabile della protezione civile che sta coordinando la squadra di tecnici all’opera per monitorare lo stato del fiume – Diversi sono fattori, non lineari, che determinano l’uscita dagli argini, in primis la combinazione tra i livelli dell’acqua e la velocità di ingrossamento della portata che è irregolare».

«Siamo in una situazione di allarme da settimana scorsa, da quando l’idrometro di Peregallo (è quello tenuto d’occhio e che dà un preavviso di ben 45 minuti sul passaggio dell’ondata, ndr) è salito oltre il livello di guardia, ovvero 1 metro e 50 – spiega l’ingegnere della protezione civile – Fino a questa sera continuiamo a monitorare a vista il fiume (presso le Grazie vecchie e via Mentana per esempio) sperando che la velocità di crescita non torni ad essere quella di settimana scorsa quando si è passati da un livello di secca (30 centimetri) ad uno di piena (1 metro e 20) in poche ore, tant’è che martedì notte è stato necessario allarmare la popolazione sul rischio se si stava correndo».

lambro_in_pienaLe previsioni del tempo non promettono nulla di buono, ancora piogge residuali sulla provincia di Monza e Brianza, ma lo stato di allarme, comunque si sta correndo un rischio minore rispetto al 28 aprile dell’anno scorso, è dato dal fatto che questa settimana il lago di Pusiano, utilizzato finora come bacino di laminazione, ovvero di scarico della acque eccessive, è saturo e il fiume è già in piena.

«Prima che il Lambro esondi abbiamo ancora qualche carta da giocare – rassicura Mario Stevanin – Si possono aprire le chiuse al Parco di Monza, ma lo faremo solo se il fiume raggiungerà livello 1 metro e 90, poi avremo ancora la possibilità di contenerlo con argini artificiali fatti con sacchi di sabbia o con il nuovo sistema rapido “noaq”».

Coloro che abitano in zone a rischio possono restare aggiornati sullo stato di piena del fiume consultando il sito del comune di Monza oppure per chi è affiliato al sistema di messaggistica comunale monitorando i messaggi che arrivano a riguardo.

lambro_in_piena1

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi