02 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Il programma UE “Gioventù in azione” un successo per oltre 130.000 ragazzi

25 Maggio 2010

Che i programmi europei per i giovani abbiano dei risultati molto positivi in termini di sviluppo di competenze ma anche di sensibilità civica e di apertura mentale lo si sapeva da un pezzo: Erasmus, l’iniziativa per gli studenti universitari, è una storia di grande successo. Ma una recente indagine sul programma “Gioventù in azione” rivela dati molto sorprendenti e positivi. Il 95% dei giovani partecipanti a progetti sostenuti dal programma dell’Unione europea ha migliorato le proprie abilità linguistiche e il 66% ritiene che l’esperienza abbia anche aumentato le opportunità di trovare lavoro.

Il programma svolge anche un ruolo positivo sulla partecipazione dei giovani alla vita democratica: il 60% di loro ha votato alle elezioni del Parlamento europeo dell’anno scorso, rispetto a una media del 29% relativa a tutti i giovani europei. L’indagine è stata condotta all’inizio del 2010 tra 4550 giovani, operatori giovanili e organizzazioni giovanili in tutti gli Stati dell’UE tra i giovani partecipanti a progetti transnazionali.

Tra i giovani partecipanti al programma Gioventù (http://ec.europa.eu/youth/index_en.htm), il 95% ritiene di aver imparato a meglio comunicare con persone che parlano un’altra lingua, l’86% ritiene di aver imparato come realizzare qualcosa nell’interesse della collettività o della società e il 77% ha imparato come riconoscere le opportunità per il proprio futuro personale o professionale. Quasi tutti (il 92%) affermano che questi progetti li hanno resi più ricettivi nei confronti delle altre culture, mentre due ragazzi su tre ritengono di avere migliori opportunità di lavoro grazie all’esperienza maturata in corso di progetto.

Praticamente tutti (il 95%) dicono di volere includere una dimensione internazionale nel proprio futuro personale o professionale, mentre l’ l’88% ritiene di aver acquisito abilità e conoscenze che non avrebbe potuto maturare in progetti soltanto locali o nazionali.

Il programma è aperto alla partecipazione di giovani compresi tra 15 e 28 anni d’età, e dispone di un budget totale di 885 milioni di euro per il periodo di bilancio in corso (2007-2013). Le attività previste sono svariate, sia per studenti che per giovani lavoratori: le più note sono gli scambi internazionali tra gruppi di giovani, il Servizio Volontario europeo, che manda ragazzi a svolgere un periodo di volontariato all’estero, o la promozione di attività tra organizzazioni giovanili con finalità comuni. I progetti attualmente in corso sono circa settemila su tutto il territorio europeo, e coinvolgono più di 130 mila ragazzi, mentre nei suoi vent’anni di vita il programma ha raggiunto più di un milione e mezzo di giovani.

Tra le organizzazioni giovanili che fanno da tramite per la partecipazione a “Gioventù in Azione”, oltre il 90% degli intervistati afferma che questo compito ha aumentato la loro abilità nella gestione dei progetti, e di conseguenza la loro professionalità. risponde con “estremamente vero” o “alquanto vero” alla domanda se la partecipazione a un progetto supportato da Gioventù in azione abbia migliorato le sue abilità in materia di gestione di progetti. E nessuno sembra volersi fermare: l’83% dei giovani partecipanti, il 96% degli operatori giovanili, il 97% delle organizzazioni giovanili ha già avuto o intende avere altre opportunità internazionali di tipo scolastico, accademico o professionale.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi