04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Brugherio, rissa in famiglia, un palazzo intero chiede aiuto ai carabinieri

11 Maggio 2010

Carabinieri-autoLa mamma non voleva darle più i soldi per sigarette e videopoker e lei ha telefonato al padre, che ha lasciato la famiglia da mesi che, ubriaco, si è presentato nel loro appartamento innescando una violenta rissa con gli altri due figli, sotto gli occhi del quarto, di soli dieci anni, e coinvolgendo un amico di famiglia arrivato sul posto per dare una mano.

Erano le sette e trenta di ieri quando alla centrale operativa dei carabinieri è arrivata una richiesta di aiuto per una feroce lite in famiglia, che si stava consumando in via Andreani a Brugherio. Quando i carabinieri sono arrivati, hanno trovato padre, due figli e l’amico di famiglia che se le davano di santa ragione per tutta la casa, con tanto di bastoni e pezzi d’arredo per le mani.

La dinamica dei fatti, sembrerebbe spiegare che la mamma, dopo essersi rifiutata di dare soldi alla figlia adolescente, troppo avvezza al gioco telematico d’azzardo, si sia beccata due schiaffoni e la minaccia di vedersi presentare l’ex marito per completare l’opera, proprio su richiesta della loro figlioletta. Alla discussione hanno assistito altri due figli, di venti e dieci anni, mentre il maggiore, di trentaquattro anni, era fuori a fare la spesa. Poco dopo, nell’appartamento sarebbe arrivato il padre, ubriaco, seguito in pochi minuti dal figlio maggiore. In men che non si dica l’appartamento della famiglia si è trasformato in un ring, con botte e pezzi di arredamento sfasciati.

Un altro uomo, un 38enne incensurato ed amico di famiglia, sarebbe arrivato sul posto per sedare la lite, ma di fatto ne è rimasto coinvolto. Le telefonate dei condomini e, da quanto dichiarato in aula, anche da parte di uno dei rissosi, hanno fatto intervenire ben dieci carabinieri. Per riuscire a fermare le botte, i militari hanno riportato contusioni e divise strappate, riuscendo dopo ben due ore a porre fine al massacro. Processati per direttissima ieri mattina, accusati di rissa aggravata, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, i quattro protagonisti del pestaggio, di cui tre pregiudicati, sono stati rinviati a giudizio. Per padre e tre figli è stato inoltre convalidato l’arresto per evitare un proseguo della rissa, magari con un finale peggiore.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi