01 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Uscire dalla crisi: le PMI al centro dell’azione UE nel 2010

12 Aprile 2010

L’uscita dalla crisi economica è la priorità per il lavoro nel 2010 della Commissione europea da poco entrata in carica: i vantaggi diretti per i cittadini sono il filo conduttore delle singole iniziative, legislative od operative, previste dall’esecutivo comunitario. José Manuel Barroso, riconfermato al vertice dell’esecutivo comunitario fino al 2014, ha sottolineato la necessità di un alto livello di ambizione anche da parte delle autorità nazionali dei 27 Paesi dell’UE per raggiungere risultati ambiziosi, ma realistici.

L’azione della nuova Commissione sarà incentrata su quattro temi principali. Per affrontare la crisi e sostenere l’economia sociale di mercato si deve, ad esempio,  rafforzare la vigilanza sui bilanci, risanare i mercati finanziari, ed eliminare ostacoli e lacune che impediscono all’Europa di progredire. Alle piccole e medie imprese viene riconosciuto un ruolo centrale: le iniziative europee per promuovere l’imprenditoria riguardano l’internazionalizzazione delle PMI, l’auto verde, il settore dello spazio e il turismo: attorno a questi fronti si concentrerà nei prossimi mesi la politica industriale europea sotto la guida del vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani. Verrà presentata una comunicazione su politica industriale e globalizzazione in cui saranno indicate quali azioni portare avanti per sostenere un tessuto industriale capace di reggere alla concorrenza.

Entro il 2010 arriverà anche la strategia sull’auto verde, per arrivare a veicoli più ‘puliti’ ed energeticamente efficienti e ridurre al massimo le emissioni di CO2 nel campo de trasporti su strada. Altre novità sono poi in arrivo in materia di spazio, in particolare sulla realizzazione del sistema di navigazione satellitare europeo Galileo e di turismo, per individuare strumenti di promozione a livello europeo.

Sui diritti dei cittadini, il programma mette la persona al centro dell’azione europea, per garantire l’applicazione delle sentenze nelle cause civili e penali e i diritti procedurali dei cittadini. La revisione della direttiva sull’orario di lavoro, il tema delle pensioni, quello del rispetto della biodiversità o il rinforzo della capacità dell’UE di reagire alle catastrofi sono alcuni dei temi su cui agirà Bruxelles nei prossimi nove mesi.

La base d’azione, più forte rispetto al passato, è il Trattato di Lisbona, la nuova legge europea che ha portata (ma non il nome) costituzionale. Tra le aree forti, quella legata a un’azione di politica estera ambiziosa e coerente. Partirà il Servizio diplomatico europeo, ma anche una strategia commerciale legata agli obiettivi di “Europa 2020”, il piano di crescita economica per i prossimi dieci anni. L’anno in corso è importante anche per il processo di allargamento dell’Unione ai Paesi dei Balcani (nell’ex Jugoslavia, più l’Albania).

Al via anche la discussione sul prossimo bilancio comunitario, per la fase post 2013: un appuntamento decisivo per alcuni settori chiave dell’azione europea, come l’agricoltura o la destinazione dei fondi per lo sviluppo delle regioni. Continuare l’azione intrapresa di snellimento della legislazione e delle procedure costituisce un’altra parte importante del programma.

Il programma di lavoro dettagliato è disponibile su http://ec.europa.eu/atwork/programmes/index_en.htm.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi