24 Novembre 2020 Segnala una notizia

Pedemontana, la Provincia MB dice di no alla sopensione dei lavori. Gelo fra i sindaci

23 Aprile 2010

pedemontanaLa Provincia dice no alla sospensione di Pedemontana. Dopo giorni di tensioni e polemiche il presidente della Provincia di Monza, Dario Allei, assieme all’assessore alle Opere pubbliche, Franco Giordano, hanno incontrato i sei sindaco brianzoli (Lentate, Seveso, Bovisio, Meda, Barlassina e Cesano) che avevano chiesto il rinvio a dopo Expo 2015 della costruzione della tratta B2 di Pedemontana.

Allevi e Giordano, dopo una serie analisi del progetto, hanno dichiarato di non avere la minima intenzione di sottoscrivere la richiesta dei primi cittadini. “Prima di incontrare i sindaci abbiamo voluto fare delle verifiche approfondite in merito alle loro richieste che consideriamo in parte legittime e condivisibili – spiega Dario Allevi -. La Pedemontana è un’opera attesa dal territorio da più di quarantacinque anni e come Provincia sentiamo la responsabilità di valutare tutte le opzioni prima di entrare in campo in una partita in cui siamo comunque stati coinvolti solo nei minuti di recupero.Ricordo, infatti, che la Provincia è entrata nell’accordo di programma solo dopo l’approvazione del progetto definitivo e del piano economico-finanziario da parte del Cipe “.

Continua il presidente: “Durante l’incontro in Regione è emerso senza se e senza ma che la sospensione dei lavori sulla tratta B2, come chiedono i sei sindaci, comporterebbe una variante importante al progetto con il conseguente ritorno al Cipe e un blocco dei lavori di oltre un anno. Ciò significherebbe non arrivare in tempo con la fine dei lavori per l’Expo 2015, se non addirittura compromettere definitivamente l’intera opera”.

Doccia gelata, dunque, per i sei sindaci, tre della Lega, due del Pdl e uno del centro sinistra. Incassato il no di Allevi, tuttavia, i sei non si sono scoraggiati e hanno annunciato di volere verificare la situazione anche con Regione Lombardia e con Cal. Secondo loro il cantiere della B2, se non dovesse essere posticipato, rischia di mandare in tilt tutta la viabilità della zona, negando al territorio i benefici di Expo.

Insomma, se non è strappo all’interno del centro destra, poco ci manca. “La spaccatura nel centrodestra è profonda – commenta Gigi Ponti, capogruppo Pd in consiglio -. Ora ci domandiamo quale sarà la posizione dei vertici di Pedemontana, che avevano assecondato la proposta. Il problema vero è però che su quest’opera così come sulle altre opere fondamentali per la Brianza, come il prolungamento della metropolitana fino a Vimercate, Berlusconi e Formigoni stanno dimostrando un’incapacità assoluta a trovare le risorse necessarie. Pedemontana corre il serio rischio di essere fatta senza quegli interventi che tutti si erano impegnati a finanziare e a realizzare per diminuire l’impatto sul territorio dei comuni interessati, sulla viabilità locale e per potenziare il trasporto pubblico”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi