24 Giugno 2021 Segnala una notizia

Il rapporto fra Cavenago e la nuova provincia? «Ancora da decifrare»

19 Aprile 2010

cavenago-palazzo-comunaleSeppur di pochissimi voti, alle ultime elezioni regionali a Cavenago ha vinto la lista “Formigoni”, ma il sindaco di Cavenago Sem Galbiati, al suo secondo mandato da primo cittadino a capo della coalizione di centro sinistra sembra essere più che ottimista.

«Anche se Formigoni ha vinto di pochissimo nella nostra città – afferma il sindaco Galbiati – il Pd si è confermato il primo partito in paese, guadagnando il 5% rispetto alle ultime elezioni provinciali. Un risultato importante che vedo anche come una vittoria per il lavoro svolto in paese: si contanto tutt’ora sei vigili attivi sul territorio, abbiamo lottato con gran forza contro la privatizzazione dell’acqua, e stiamo ultimando la realizzazione del nuovo asilo nido che aprirà a settembre».

Galbiati, nato e cresciuto a Cavenago, entra in politica a Cavenago nel 1999 e dopo essere stato per tre anni capogruppo del centrosinistra in paese e per due assessore, nel 2004 diventa per la prima volta primo cittadnino.

Come sono i vostri rapporti con la nuova provincia MB?
«Per ora la definirei opalescente. Spiego: è da mesi che la nostra città e quella di Ornago attendonogalbiati-sem---sindaco-cave un incontro con la Giunta provinciale per dialogare sulla realizzazione di un nuovo sistema di piste ciclabili, parte integrante del “progetto pedalare” precedentemente siglato con la Provincia di Milano. Ma ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Non vogliamo essere gli ultimi a ricevere delle risposte solo per il fatto che ci troviamo al confine della nuova provincia e spero che presto si muova qualcosa.

Eravate in prima fila alla manifestazione di venerdì scorso a Milano contro i tagli ai comuni.
«A rappresentare Cavenago erano presenti il vicesindaco Caprotti e il capogruppo della lista di maggioranza. I comuni sono la risorsa e l’istituzione che i cittadini sentono più vicini ed è per questo che abbiamo voluto dimostrare la nostra contrarietà a un taglio e a paletti di spesa disastrosi per le casse comunali. Noi abbiamo dovuto diminuire i contributi alle famiglie in stato di bisogno, proprio in un periodo così nero per l’occupazione. Inoltre per rispettare il patto di stabilità per ora non possiamo pagare le nostre aziende fornitrici. Per le ette dell’asilo invece siamo riusciti a calmierarle almeno per il prossimo anno, con il nostro contributo diretto».

Un sogno per la propria città?
«Recuperare l’edificio dell’ex cinema parrocchiale posto in piazza Libertà e farne un centro culturale con un piccolo teatro e un centro anziani ricco di attività culturali. E’ un peccato veder restare chiuso questo grande edificio in centro paese oramai da più di 15 anni. Spero si possa avviare in futuro una collaborazione fra noi e la parrocchia per regalare alla città un nuovo punto d’incontro».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi