28 Settembre 2021 Segnala una notizia

Petrolio nel Lambro: a Villasanta i cittadini vogliono saper cosa ne sarà del loro fiume

14 Marzo 2010

I “cittadini del fiume” vogliono vederci chiaro. A due settimane dal grave disastro ambientale che ha colpito il Lambro, è arrivato il tempo delle domande. Di chi è la responsabilità, cosa si nasconde dietro alla catastrofe, ma soprattutto che cosa si farà dopo.

comitato_lambro_relatoriQuesti gli interrogativi che si sono susseguiti nel corso della serata organizzata venerdì, nell’auditorium di Villa Camperio a Villasanta, dal neonato “Comitato dei cittadini del fiume” guidato da Roberto Albanese, coordinatore nonché segretario dell’istituto Green Man. Seduti al tavolo dei relatori l’ingegnere Pietro Fabris, Alessia Sacchetti del wwf Lombardia, Maurizio Oliva di Italia Nostra e Sergio Cannavò di Legambiente.

«Il programma di lavoro del Comitato – ha spiegato Roberto Albanese – è quello di promuovere una petizione al Parlamento europeo in relazione alla mancata applicazione alla Lombarda Petroli della Direttiva Seveso, riguardante le industrie a rischio elevato, per cui nessun piano di emergenza era stato predisposto nell’eventualità di disastri come quello che si è verificato. Ci costituiremo come parte civile dei residenti e promuoveremo iniziative di sensibilizzazione dei cittadini, a partire dalla giornata interregionale per la rinascita del Lambro e del Po in programma domenica 21 marzo».

Ma la parola non è stata solo quella degli esperti. Anche i cittadini – che numerosi hanno partecipato all’assemblea – hanno fatto sentire la loro voce. Perché, seppur nella sua drammaticità, il disastro ha riportato l’attenzione e l’informazione sulla triste condizione in cui si trova il fiume e ha risvegliato la partecipazione popolare.

comitato_lambro_Jonathan_Colombo_Giuseppe_Civati«Ma chi tutela i cittadini?», è stata la domanda di Jonathan Colombo, dei Verdi, candidato alle prossime elezioni regionali. Al suo fianco, in silenzio, Giuseppe Civati del Pd. «Preferisco ascoltare – ha detto – Aspetto che l’inchiesta della magistratura chiarisca le cause. Ma è necessario non abbassare l’attenzione per evitare che di fronte alla bonifica aumentino le richieste di costruire».

Per entrare a far parte del Comitato è necessario sottoscrivere una dichiarazione di adesione, versando una quota associativa di 10 euro. Per saperne di più: [email protected]

comitatolambro_pubblico

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi