21 Settembre 2021 Segnala una notizia

Monza. Tassisti di notte, da lunedì arriva il controllo satellitare

13 Marzo 2010

taxiUn localizzatore satellitare per tenere sotto controllo i taxi di Monza. Il progetto è stato presnetato dall’assesore al Commercio, Paolo Gargantini, e dal presidente della cooperativa Radio taxi di Monza, Cesare Lanzabova.

Il motivo? Molto semplice: sebbene il regolamento preveda un turno serale dalle 8 alle 24, molti tassisti staccano già alle 23. “Mancano i clienti” si difendono. “Manca il servizio” replica l’assesore. Fatto sta che dopo mesi di trattative serrate l’assessore è riuscito a convincere i 22 tassisti monzesi a installare sulla loro vettura un Gprs per tenerne sotto controllo i movimenti e anche a registrare le chimate dei clienti. La questione taxi di sera è un nodo che le giunte che si sono alternate alla guida della città hanno cercato di risolvere a più riprese senza successo. “Un capoluogo di provincia con 120 mila abitanti non può permettersi una mancanza di questo genere – spiega l’assessore -. Molti tassisti lavorano bene, altri proprio no. Io stesso ho provato ripetutamente a cercarne uno alle 11 di sera senza trovarlo. Inoltre ho potuto anche verificare che alcuni lasciano il loro numero di cellulare ai clienti, trasformando quello che dovrebbe essere un servizio al pubblico in un trasporto privato”. I taxi sono 21, suddivisi su due turni: dalle 7 di mattina alle 8 di sera e dalle 8 di sera a mezzanotte. Dopo di che, deserto. La risoluzione del problema dovrebbe essere raggiunta con la stesura di un nuovo regolamento e con l’introduzione di nove nuove licenze. In gioco, inoltre, c’è anche l’aggiornamento delle tariffe ferme al 2001, ed è stato proprio facendo leva su questo che Gargantini ha trovato un accordo con la cooperativa. Il satellite, infatti, non solo sarà installato su ogni taxi, ma la spesa di 35 mila euro verrà sostenuta direttamente dalla cooperativa. “Monza non è una cittàmolto animata la notte – spiega Cesare Lanzanova, il presidente –. Tranne che nei fine settimana, in giro c’è poca gente e le chiamate sono scarse, non più di una dozzina a sera. Alcuni colleghi finiscono così per staccare dal turno prima del dovuto”. Col Gprs l’inconveniente dovrebbe essere eliminato e inoltre ogni chiamata verrà registrata dal centralino del radio taxi di Brescia sul quale la cooperativa monzese si appoggerà. “Abbiamo voluto compiere un atto di responsabilità – conclude Lanzanova -. Lavoriamo per offrire un servizio puntuale al cliente e per migliorare le nostre condizioni economiche”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi