01 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Mezzago. Gusto di Brianza Est propone il “distretto” dei prodotti locali tipici

25 Marzo 2010

gusto-brianza-cena-mezzagoC’è chi crea il distretto del fotovoltaico, ma gli ambientalisti hanno in mente ben altro: creare un marchio unico per i prodotti di qualità provenienti dalla Brianza e in particolare dal vimercatese. La cena è ben servita. I piatti sono belli e i sapori si susseguono sempre diversi e curiosi come le onde del mare. A la Biada de l’Omm di Mezzago a capotavola c’è il primo cittadino Antonio Colombo, produttore di asparagi rosa (e non poteva essere diversamente, ndr), alla mia destra Marco Monguzzi, dell’associazione parchi del vimercatese, di fronte il presidente degli Amici della Storia della Brianza, Giorgio Federico Brambilla e a rappresentare la Pro Loco Anna Tuzimek.

«Il marchio si potrebbe chiamare “Gusto di Brianza” come il progetto che abbiamo creato intorno all’evento Pieve in Bici – spiega Brambilla sorseggiando un buon rosso – Qui a Mezzago siete famosi per l’asparago, a Oreno per la patata, ma sta arrivando anche il vino, e poi c’è il grano del Molgora. Ma sono tutte realtà che ognuna vive del suo particolarismo, invece sarebbe più interessante creare un unico marchio della Brianza dell’Est riconoscibile in Italia, ma anche esportabile nel mondo».

La produzione dell’asparago da quando è iniziata nel lontano 2000 è crescita molto. «Oggi c’è chi ci vive, facendo il coltivatore – racconta con orgoglio il sindaco – il tutto è nato da una scommessa nella quale anche il comune ci ha creduto investendo a fondo perduto ben 70 milioni di lire, altri 30 milioni sono stati messi da investitori privati locali, agricoltori per lo più, e abbiamo creato una cooperativa che oggi, assieme ad altre aziende locali, produce ben 200 – 250 quintali di asparagi, non qualsiasi ma di quelli rosa».

Il sindaco riflette sull’idea di un marchio unico. «Oggi noi siamo già De. Co (Denominazioni Comunali d’Origine), dall’anno scorso è cresciuto l’interesse della Camera di Commercio MB, è la creazione di un unico mercato di prodotti certificati e locali è bella, ma non semplice, per diversi motivi tra i quali la stagionalità dei prodotti e le non facili vie di sbocco commerciali. Comunque già da adesso l’agricoltura può offrire spazi occupazionali».

Ora il modello a cui guardare, come ricorda Anna Tuzimek è la Germania, in particolare là vicino al Reno dove gli asparagi sono prodotti non solo culinari, ma una vera attrattiva turistica: «Non a caso siamo gemellati con Reilingen» – ribadisce Anna e aggiunge – quest’anno tocca a noi andare da loro e avremo modo di studiare meglio il loro modello».

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi