19 Giugno 2021 Segnala una notizia

Le micro imprese esentate dalle norme europee sulla rendicontazione

15 Marzo 2010

Le micro imprese vengono esentate dagli obblighi di rendicontazione annuale derivanti dala legislazione dell’UE, in seguito a una decisione del Parlamento europeo che ha cambiato le regole sull’accounting. Saranno i singoli Stati dell’Unione europea a garantire le esenzioni dagli obblighi contabili, anche se in ogni caso tutte le imprese dovranno continuare a mantenere traccia delle transazioni commerciali e della situazione finanziaria.

Uno studio realizzato dalla Commissione europea ha stimato in 1.558 euro il costo medio per ogni impresa degli obblighi previsti dalle direttive europee sulla rendicontazione. Di questi consti, la maggior parte (circa 1.200 euro) sono di tipo amministrativo e burocratico, come ad esempio la raccolta di dati a puri fini legali, senza un reale bisogno commerciale. Se tutti i 27 Paesi dell’Unione europea adottassero quest’esenzione, il risparmio stimato per il sistema di imprese europeo sarebbe di oltre 6 miliardi e 300 milioni di euro. L’Italia, il Paese che ha il maggior numero di microimprese in Europa sarebbe il principale beneficiario di questa misura.

Oltre sette milioni di imprese in Europa sono tenute a rispettare le regole europee sulla rendicontazione. Il 75% di queste, ovvero circa cinque milioni e mezzo, sono microimprese, come ad esempio negozi di fiori o panettieri. Il loro giro d’affari è del tutto locale, o al massimo regionale, con nessun’attività oltre frontiera, nemmeno negli Stati UE. La nuova proposta permette ai singoli Paesi di semplificare le norme amministrative, e ridurre il carico burocratico per le imprese più piccole, riducendo gli obblighi di rendicontazione, con effetti positivi per la loro competitività e il potenziale di crescita.

La loro dimensione locale non incide sulle dinamiche del mercato interno, né sulla libera concorrenza, e quindi le norme europee in questo campo possono essere eliminate per questo tipo di imprese. L’esenzione si applicherà alle imprese con un fatturato  inferiore ai 500.000 euro annuali, un giro d’affari di meno di un milione di euro e con meno di dieci dipendenti. Spetta a ogni paese decidere se applicare quest’esenzione alle microimprese, tenendo conto delle specificità del tessuto imprenditoriale nazionale. Questo non significa l’esenzione totale da ogni tipo di rendicontazione: dev’essere salvaguardato un livello minimo di informazioni sull’andamento finanziario dell’impresa. Nella risoluzione approvata ieri con 445 voti a favore su 662, il Parlamento di Strasburgo ha anche richiesto di rivedere le norme sulla forma d’impresa.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi