05 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Pallacanestro: la Forti a Como conquista due punti col brivido

21 Marzo 2010

forti-liberi-b2mLa Forti torna da Como con due punti e un grandissimo spavento per quello che sulla carta avrebbe dovuto rappresentare il match più agevole di due mesi splendidi passati a far man bassa di successi e soddisfazioni contro le squadre più nobili e accreditate del girone. La Ims non si è fatta impressionare dal ruolino di marcia della Forti e ha iniziato giocando a viso aperto ribattendo punto a punto con Pozzi e Bergna i canestri di Mercante e Molteni. Coach Bertari lascia a riposo precauzionale Capitan Fantaccini e si affida a Guerrato. Max e Malerba tengono a galla i bianconeri fino al +1 del 8 a 7 ma devono subire il piccolo break di Anzivino e Pozzi che portano Como avanti 15-10.

La reazione monzese arriva da due punti di Cappanera, subito nel match dopo aver dato fiato a Molteni, e da un Munini capace di fare da collante e tenere la Forti a tiro dei locali con sei punti filati consentendole di rientrare dal -6 del 19-13 fino al -1 del 19-18. Uno sforzo vanificato da una tripla di Anzivino allo scadere che ristabilisce i valori e manda tutti al primo stop sul 24 a 20. La Forti fatica più del previsto, concede troppi punti agli avversari, e si ritrova sotto di sei alla ripresa. A rispondere questa volta è Federico Pedalà che inchioda una tripla preziosa che tampona i punti di Bergna e permette a Fumagalli e a Guerrato di rientrare nella scia della Ims. Per il vero aggancio occorre però attendere altri due minuti, il tempo necessario alla Forti per rispondere a Corno e Bergna con i punti del Peda e del Cobra Guerrato, autore del riaggancio a quota 32.

Proprio il momento migliore dei bianconeri porta in dote una bomba di Mercante e quattro liberi di Malerba che consentono a Monza di andare al riposo sul +3 (36 a 39) massimo vantaggio ospite dei primi due quarti. Ma la rincorsa di Monza è breve. Nei primi quattro minuti successivi all’intervallo lungo raccoglie solo un libero di Mercante e assiste al nuovo sorpasso di Como che fa la voce grossa con sette punti di Bergna. Ancora una volta sono vitali i punti di un Guerra sempre più convincente e soprattutto l’apporto di Simone Cappanera che trova da sotto i due punti del 44 pari.

La Forti non cede e da qui in avanti risponde punto su punto. Munini e Guerrato annullano quattro punti di Corno, Anzivino risponde a una tripla di Clod. Si va all’ultimo riposo sul 52 pari con la prospettiva di un ultimo quarto da giocarsi sempre sul filo di un pericoloso equilibrio. Coach Bertari lo sa e sprona i suoi a chiudere la contesa. Ci provano Guerrato e Munini ma prima Bergna e poi Passalacqua e Mantoan riescono addirittura a ribaltare il risultato. Quando malerba raccoglie i frutti di un gioco da tre sul cronometro ci sono ancora cinque minuti da giocare con un tabellone immobile che non sembra deciso a schiodarsi da un risultato di parità. A forzarlo ci pensa Mantoan. I suoi quattro punti rompono gli equilibri e nell’economia del match paiono valere doppio. La Forti sta tutta in due punti di Steve ma perde Pedalà per cinque falli. Mantoan trova ancora i punti del +3, una tripla e un libero di Pozzi quelli del +5. Con 120” sul cronometro da giocare, abbastanza per far venire i sudori freddi ai bianconeri.

Ma come successo con Piacenza a togliere le castagne dal fuoco nel momento più delicato ci pensano le triple. Ancora Steve, come una settimana fa, apre la contesa e segna la bomba del 68 a 66. A rispondergli è questa volta il Fuma che trova il fondo del secchiello dalla distanza per il sorpasso a un giro di lancette dalla sirena. Ballarate trova il sorpasso dalla lunetta, il Fuma si dimostra altrettanto freddo nella metà campo opposta. A fare la differenza è un canestro da sotto di Anzivino che non trova risposta su sponda bianconera. Sul 72 a 71 la tripla di Mercante non va a bersaglio e costringe Munini a spendere il quinto fallo personale per mandare in lunetta Ballarate.

La guardia della Ims fa uno su due e lascia virtualmente aperta la porta delle speranze. A sfondarla letteralmente ci pensa Silvano Fumagalli. La sua bomba non vale solo tre punti e un successo da brividi. Vale una carica in più, un morale ancor più alle stelle e, visti i concomitanti risultati di Monfalcone, Corno e Varese vale un quarto o un quinto posto preziosissimo in vista della fase a orologio preparatrice ai playoff.

{xtypo_rounded2} Ims Como – Forti e Liberi Monza 73-74
(24-20 / 36-39 / 52-52 / 73-74)

Ims Como: Pozzi 13, Bergna 19, Bernardi, Spatafora 2, Anzivino 11, Mantoan 8, Ballarate 8, Corno 10, Passalacqua 2, Sironi N.e. All: Bocciarelli
Tiri da 2: 18/37
Tiri da 3: 5/20
Liberi: 22/29

Forti e Liberi Monza: Molteni 4, Mercante 6, Pedalà 5, Guerrato 14, Munini 13, Malerba 16, Meroni, Fumagalli 12, Cappanera 4, Fantaccini N.e. All: Bertari
Tiri da 2: 19/40
Tiri da 3: 6/14
Liberi: 18/24
{/xtypo_rounded2}

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi