18 Settembre 2021 Segnala una notizia

Arrestato monzese ex dipendente Beretta, pronto a trafficare armi in Iran

4 Marzo 2010

Titolare di un’azienda ed ex dipendente della Beretta, Alessandro Bon, 43enne trentino residente a Monza, è stato arrestato ieri pomeriggio dalle Fiamme Gialle Milanesi perché a capo di un traffico bellico con l’Iran. L’uomo, insieme alla sua compagna, da qualche tempo aveva avviato trattative per la vendita di puntatori per le armi in dotazione ai corpi speciali di mezzo mondo, comprati in Germania, giubbotti autorespiratori da immersione, paracaduti, elicotteri, proiettili traccianti ed esplosivi e materiale chimico, attraverso la sua azienda e l’appoggio di un altro commerciante messinese domiciliato in Svizzera.

Coinvolto nell’affare anche l’avvocato torinese Raffaele Rossi Patriarca, che dalle intercettazioni risulta essersi recato in Iran dove avrebbe avuto un incontro con diversi militari, e Guglielmo Savi, 56enne piacentino, titolare della Sirio Srl, società di telecomunicazioni che, sempre secondo le indagini, avrebbe partecipato all’import-export di materiale vietato.

Delle nove ordinanze di custodia cautelare in carcere richieste dal procuratore antiterrorismo, Armando Spataro, e disposte dal gip Chiara Valori, quattro riguardano cittadini iraniani ritenuti agenti dei Servizi segreti iraniani. Due sono latitanti, presumibilmente in patria, mentre due, Neyad Hamid Masoumi, 51enne residente a Roma e ufficialmente giornalista accreditato alla stampa estera, e Ali Damirchiloo, 55enne residente a Torino, città dove è stato catturato.

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi