20 Settembre 2021 Segnala una notizia

Piovono da Roma 500mila euro su Arcore: parte il restauro della Villa Borromeo

18 Gennaio 2010

«Da 30 anni Arcore ha due progetti che non riesce a tradurre in realtà, uno è la casa di riposo, l’altro è il recupero della Villa Borromeo, noi stiamo per realizzare il secondo». Commenta così Claudio Bertani, assessore all’Urbanistica con specifica delega la parco e alla nota villa arcorese la notizia dell’arrivo di 500 mila euro, il primo significativo finanziamento dei lavori.

«Se non fosse stato per il magnifico gioco di squadra che c’è stato tra la nostra Amministrazione, l’onorevole Elena Centemero e il ministro alla Cultura, Sandro Bondi, non ci saremmo mai riusciti – aggiunge il politico arcorese – Se tutto va bene entro la fine dell’anno metteremo mano alla Villa, dando così inizio ad un progetto che non potrà più bloccarsi, anche dopo lo scadere del nostro mandato».

Da domani l’architetto toscano Massimo Carmassi, a cui è stata affidata la progettazione, partirà col pensare al programma esecutivo. Un programma, che diversamente da come era stato concepito in 5 lotti, che in 10 anni avrebbero rimesso a nuovo l’antica villa, si svilupperà con dei lotti più ridotti, proporzionati al budget attualmente disponibile: 500 mila euro, fondi stanziati da Arcus Spa, la società pubblica che si occupa di finanziare il recupero dei Beni Culturali, mentre minimo altrettanti 500 mila euro saranno attinti dalle casse comunali, per arrivare a quel milione di euro che coprirà un ottavo del costo previsto.

Il contributo servirà per progettare e iniziare il restauro del lato nord della Villa che comprende il salone ovale e il parterre esterno.

villaborromeoarcoreDecisivo l’intervento dell’Onorevole Elena Centemero per sbloccare i finanziamenti di Arcus, società costuita dal Ministero dei Beni Culturali e dal Ministero dell’Economia: «E’ il primo passo per avviare la rinascita di un patrimonio storico di Arcore e di tutta la Brianza, ringrazio il Ministro Bondi per l’interessamento – spiega Centemero, componente della Commissione Cultura – E’ un risultato incoraggiante: dopo decenni di immobilità stiamo trovando le soluzioni e i fondi per il rilancio di un simbolo del nostro territorio. Villa Borromeo dovrà diventare un polo della cultura, in particolare per gli studi sul paesaggio e sul restauro».

L’assessore all’Urbanistica Claudio Bertani ha seguito passo dopo passo l’operazione dal punto di vista tecnico e procedurale, avvalendosi esclusivamente degli uffici comunali, senza ricorrere a consulenze esterne e dunque a costo zero per i cittadini. «Il Comune ha acquistato Villa Borromeo circa 30 anni fa e da allora nessuna Amministrazione è riuscita a mettere mano alla struttura. In 30 anni saremo i primi a iniziare un lavoro di recupero per restituire la Villa al pubblico».

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi