22 Settembre 2021 Segnala una notizia

Besana Brianza: rinnovamento in nome della semplicità. Parla il sindaco Vittorio Gatti

19 Gennaio 2010

L’eleganza di Villa Borella, sede del comune di Besana Brianza, è indubbia: decorazioni a stucchi e romantici affreschi policromi la collocano di diritto tra le più suggestive sedi comunali del territorio. E la raffinata, e per certi versi contrastante, signorilità del cuore di Besana, il paese delle sette frazioni, del campanilismo, delle sagre e della saggezza popolare, dona a questo angolo di Brianza unicità e carattere.

gatti-vittorio-sindaco-besana“I regolamenti, le leggi sono importanti – esordisce Vittorio Gatti, primo cittadino besanese – ma è il buon senso a risolvere molte situazioni. Per questo motivo mi sto impegnando a semplificare il regolamento edilizio, lo porterò a sole 32 pagine (contro le 92 attuali, ndr) sul modello di alcune città svizzere”.

Questo il sunto del Gatti pensiero. Che bene rispecchia, che trasuda, quella ricercata semplicità di cui sopra. Ma Besana è anche cultura, iniziative. Il prossimo 20 febbraio, in occasione del “Carnevale degli oratori”, avverrà uno scambio culturale con il comune di Putignano, provincia di Bari, famoso per le maschere e i carri allegorici.

“Abbiamo invitato il vicesindaco della cittadina pugliese – spiega Carlo Ratti, assessore alla Cultura – porremo le basi per un vero gemellaggio, prima legato al carnevale, poi amministrativo”.

E all’orizzonte altre manifestazioni, tra cui la versione besanese del “Ballo delle debuttanti”, riservato alle 18enni del paese, nella splendida cornice di Villa Borella, per l’occasione una piccola piazza di Spagna con luci, atmosfera da grande evento e l’infinita scalinata a prova di tacco.

E’ così che cresce Besana, tra tradizione e rinnovamento in un equilibrio tanto solido quanto curioso. “Pensi che qualche giorno fa – racconta il sindaco Gatti – ci hanno segnalato un grosso buco stradale in via De Gasperi. Così, un operaio del comune si è presentato negli uffici della Polizia locale chiedendo, come da norme vigenti, la chiusura della strada in questione da entrambi i lati per procedere con la riqualificazione dell’asfalto. Il vigile si è rifiutato, asserendo che era necessaria la richiesta dell’impresa appaltante. Il nostro operaio ha guardato l’agente e ha detto: “L’impresa? Sun mi l’impresa!”.

“E’ fantastico – conclude Gatti – questo senso di appartenenza. Siamo una comunità giovane ma determinata”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi