16 Maggio 2021 Segnala una notizia

Marco Polo: trasporto “pulito” delle merci in Europa

22 Ottobre 2009

europa_carina_e_stellineLa Commissione europea rilancia Marco Polo, il programma che dal 2003 sostiene una varietà di progetti nel settore del trasporto sostenibile. La somma a disposizione per il periodo attuale, che finanzia l’industria dei trasporti per ridurre il trasporto di merci sulle strade congestionate e trasferirlo verso altri modi di trasporto più sostenibili, come quello marittimo, ferroviario o per vie di navigazione interna, è di 450 milioni di euro.

Con le misure appena approvate, viene facilitata la partecipazione delle imprese al programma, in particolare quelle di dimensioni medio-piccole. Il vicepresidente della Commissione Antonio Tajani, responsabile dei trasporti, ha commentato: “Marco Polo contribuisce a far muovere l’Europa. Intendiamo continuare su questa strada, che si è rivelata vincente, agevolando la partecipazione delle imprese alla selezione. Le nuove regole possono aiutarle a passare a servizi di trasporto sostenibili”.

Vengono abbassate le soglie minime per il sostegno finanziario ai progetti, e introdotta una soglia ridotta speciale per quei progetti che hanno come obiettivo il passaggio del traffico merci dal trasporto stradale a quello per vie di navigazione interna. Le imprese di dimensioni più ridotte, in generale, e quelle di trasporto su via navigabile interna, in particolare, vengono così favorite. Inoltre, dal momento che non è più richiesta la costituzione di un consorzio, per le suddette imprese sarà più facile avere accesso ai finanziamenti. Anche i tempi tra la presentazione delle domande e la firma dei contratti di sovvenzione vengono drasticamente tagliati.

I progetti sostenuti dal primo programma Marco Polo tra il 2003 e il 2006 hanno già permesso di alleggerire le nostre strade di 31 miliardi di tonnellate-chilometro, ovvero l’equivalente di circa 1,5 milioni di camion in viaggio da Parigi a Berlino. Sebbene ciò abbia già sensibilmente contribuito a ridurre il traffico sulle strade europee, il secondo programma Marco Polo ha visto aumentare la propria dotazione finanziaria di quattro volte, raggiungendo per il periodo in corso (2007-2013) la somma di 450 milioni. 

Intanto i coordinatori della rete trans europea dei trasporti (TEN-T) hanno presentato la loro quarta relazione annuale al commissario Tajani, responsabile dei trasporti. Due i corridoi di interesse per l’Italia: il corridoio est-ovest che unisce Lione alla frontiera con l’Ucraina (noto soprattutto per il tratto contestato in Val di Susa) e quello nord-sud da Berlino a Palermo. Lo stato di avanzamento (dal 2005) dei progetti e le raccomandazioni per il futuro costituiscono la base per il riesame in atto – della politica relativa alla TEN-T. Il punto della situazione a livello europeo si farà a Napoli il 21 e 22 ottobre.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi