06 Maggio 2021 Segnala una notizia

A Limbiate rinasce Greenland, il parco dei divertimenti ritorna al futuro

13 Ottobre 2009

Tornerà proprio com’era negli anni Sessanta: ci saranno il treno fantasma, le montagne russe, il villaggio del far west, gli autoscontri, il labirinto degli specchi, il castello incantato, lo chalet del laghetto. La tecnologia sarà quella del 2010. Ma la voglia di sognare sarà quella che vissero i bambini degli anni del boom economico.

Torna a vivere Greenland di Limbiate. Il grande lunapark di 380mila metri quadrati fu costruito nel 1964 dall’imprenditore Giuseppe Brollo e da Simeone Sardena nei 500 ettari di verde del Parco delle Groane. Dieci anni prima di Gardaland. Sulle orme di Disneyland, per molti anni fu uno dei primi lunapark stanziali d’Italia e per decenni fu l’attrazione di migliaia di famiglie milanesi.

GreenlandA far rinascere quello che dal 2002 è un cimitero del divertimento sarà un progetto di Regione Lombardia, Parco delle Groane, Comune di Limbiate e Società Parco Giochi Groane Srl, titolare dell’area. Un progetto tra pubblico e privato da 23 milioni di euro che prenderà il via a novembre con un crono programma record: i primi lavori saranno consegnati già ad aprile 2010, l’intero progetto sarà completato entro il 2015 e sarà uno dei fiori all’occhiello dell’Expo.

Sabato mattina il protocollo d’intesa è stato firmato nella sede del Parco delle Groane dall’assessore regionale alla Qualità dell’Ambiente, Massimo Ponzoni, dal presidente del Parco delle Groane Rosario Perri, dal sindaco di Limbiate Antonio Romeo e dal presidente di Società Parco Giochi, Claudio Campani.

Dove ora c’è un’area verde degradata e i rottami arrugginiti del vecchio lunapark, abbandonato da quasi dieci anni, sorgerà un moderno parco dei divertimenti, dotato di tutte le attrazioni più amate dai ragazzi di oggi: ruota panoramica, ottovolante, macchina del tempo, con la possibilità di provare l’emozione di viaggiare su antiche carrozze, di combattere battaglie nello spazio e – con l’acropark  – di vivere l’emozione di esplorare una foresta. Il progetto è caratterizzato da una grande attenzione all’educazione ambientale: ci sarà una fattoria con animali tipici della Brianza, un centro dedicato al recupero di animali selvatici e un teatro tenda con spettacoli e concerti.

Le famiglie – come negli anni Sessanta e Settanta – torneranno presto ad affollare Greenland. E questa volta potranno arrivare anche in bicicletta. Utilizzando i 40 chilometri di sentieri ciclabili che attraversano il Parco delle Groane. «E’ il primo esempio – ha commentato Ponzoni – nell’ambito della valorizzazione dei parchi lombardi in cui le capacità e i capitali imprenditoriali privati si uniscono alle risorse pubbliche. L’obiettivo è consegnare ai cittadini un’area, oggi degradata, rinnovandola e rendendola più sicura e più vivibile».

{xtypo_rounded2}Città Satellite, il villaggio fantascientifico del tempo libero

Era il 1957 quando le ruspe iniziarono a graffiare la brughiera tra Cesate, Solaro e Limbiate per tracciare i confini della nuova città ideale del divertimento. Un villaggio fantascientifico: tutto dedicato al tempo libero. A volerlo fu Giuseppe Brollo. Singolare figura di imprenditore mecenate, creò il Villaggio Brollo: un singolare modello di città industriale pensati sul modello del Villaggio Crespi d’Adda oppure sui villaggi operai della Falck a Sesto San Giovanni. Accanto all’azienda, gli operai potevano contare su una casa messa a disposizione dall’azienda. Ma il fiore all’occhiello di Giuseppe Brollo fu Città Satellite: un villaggio del divertimento futurista, con tanto di laghetto e chiosco sull’isoletta, luna park, trenini decauville e tutte le attrazioni del divertimento. Città Satellite, poi ribattezzato Greenland, fu la felicità di tutti i bambini per quasi trent’anni: fino alla fine degli anni Ottanta, quando iniziò il declino. La fine arrivò il 2002 quando l’area fu chiusa. Da allora il degrado si è impadronito di un grande sogno. {/xtypo_rounded2}

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi