16 Maggio 2021 Segnala una notizia

Moda e Milano: un affare da 150 miliardi all’anno

30 Settembre 2009

ModelleLe sfilate di moda sono il più affermato brand di Milano e della sua provincia. E rappresentano il 48,58% della riconoscibilità internazionale della grande metropoli lombarda. A rivelarlo è l’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. Il giro d’affari della moda Made in Milano è di 150 miliardi di euro.

E i valori commerciali della moda italiana sono ai primi posti del Best Global Brands: Gucci al 41esimo posto (primo brand italiano con valore del brand di 8,18 miliardi di dollari), Prada al 87esimo (3,53 miliardi di dollari), Armani all’89esimo (3,30 miliardi di dollari). 

Una focalizzazione per la moda (48,58%) –  quella milanese – che è seconda solo a Rio de Janeiro, conosciuta per il Carnevale (71,17%), e che vale quasi il doppio di quello che rappresenta la cerimonia del Nobel per Stoccolma (27,63%) e la cerimonia degli Oscar per Los Angeles (27,72%). Le sfilate di moda a Parigi rappresentano solo il 18,36% della riconoscibilità internazionale della capitale francese (City Brands Index 2005 e World Cities 2008).

Il valore del brand delle sfilate di moda milanesi è stimato dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza in più di 150 miliardi di euro, dei quali più di 111 miliardi sono relativi a Milano, 15 miliardi rappresentano il valore per Como, circa 14 miliardi per Varese e più di 11 miliardi per Monza e Brianza.

Sono oltre 15mila le imprese attive nella filiera del tessile nelle quattro province lombarde, dalla produzione al commercio, distribuite tra Milano (oltre il 57,7%), Varese (18,1%), Como (12,7%) e Monza e Brianza (11,5%). E l’interscambio commerciale tra la Lombardia e il mondo di prodotti delle industrie tessili e dell’abbigliamento, cuoio e pelle vale oltre 17 miliardi di Euro, di cui oltre 8 miliardi interessano Milano e Monza e Brianza, quasi 2 miliardi Como e oltre un miliardo e 300 milioni di euro Varese. L’indotto economico complessivo generato dallo shopping legato alle sfilate milanesi si concentra nel capoluogo lombardo per il 92%, con ricadute anche a Monza e Brianza, Varese e Como.

E in fatto di moda il 32,7% degli italiani tra Milano, Napoli, Monza e Roma ha l’abitudine a osservare se le persone indossano capi firmati. Un’abitudine meno diffusa a Monza (solo il 21,2% dei monzesi presta attenzione se una persona “veste firmato”) e più diffusa a Napoli (il 40,4% dei partenopei osserva abitualmente se si indossano capi firmati). E gli uomini si scoprono attenti alle firme (27,4%) quasi come le donne (35,3%), soprattutto a Milano: il 29,8% dei milanesi nota il capo firmato contro il 32% delle milanesi.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi