14 Maggio 2021 Segnala una notizia

Metalli Preziosi, oggi il piano di salvezza

25 Settembre 2009

Metalli_PreziosiQuestione di ore: poi si saprà la verità sulla sorte della Metalli Preziosi: l’azienda di Paderno Dugnano e i suoi 115 lavoratori da nove mesi appesi a un filo. Questa mattina in Provincia di Milano la società italo russa Trans European Italy formalizzerà ufficialmente la sua proposta di acquisto. Si saprà così se la storica azienda chiusa dal dicembre scorso e fallita a luglio avrà un futuro. Se i 115 operai avranno ancora un posto di lavoro. E nove mesi di presidio davanti ai cancelli della fabbrica,  il blocco del traffico sulla Comasina e la clamorosa protesta di cinque lavoratori rimasti per nove giorni e otto notti sul tetto dell’azienda a venti metri d’altezza sono serviti a qualcosa.

La proposta di acquisto sarà presentata al curatore fallimentare, all’assessore provinciale al Lavoro Paolo Del Nero e ai rappresentanti sindacali Fim, Fiom e Uilm. I contenuti della proposta di quella che era già un ex socio di minoranza della Metalli Preziosi sono ancora top secret. Tra i lavoratori, c’è chi è fiducioso: «Riteniamo si tratti di una proposta seria – spiega il sindacalista di Fim Cisl Giuseppe Mansolillo – e proprio per questo abbiamo deciso di dare un segno di buona volontà, convincendo i cinque operai a scendere dalla fornace. Ci aspettiamo una proposta seria e concreta».

Ma non manca d’altro canto un certo scetticismo: «Un fatto positivo almeno c’è – aggiunge il rappresentante di Fiom Cgil, Antonio Cribiù -: finalmente questa proposta verrà allo scoperto. E così non si potrà più prendere in giro i lavoratori. Sapremo senza dubbio se siamo di fronte a un piano industriale serio. Oppure se la cordata russo italiana è interessata solo a rilevare il brand di prestigio della Metalli Preziosi, per poi produrre all’estero senza salvare i posti di lavoro in Italia. Una proposta che noi rifiuteremmo con sdegno, rispedendola al mittente».

La Provincia di Milano ha fretta di chiudere la partita: «E’ necessario che l’acquisto sia perfezionato al più presto – chiede l’assessore Del Nero -. Non dimentichiamo che siamo di fronte a un’azienda fallita dal luglio scorso. Dunque il rischio serio è che, se passa troppo tempo, la situazione diventi irreversibile». Un altro incontro decisivo sarà quello del 30 settembre, quando il piano di acquisto sarà presentato a Roma al Ministero del Lavoro. Un fatto è certo: se c’è una speranza per i 115 lavoratori della Metalli Preziosi, nessun piano di salvataggio è previsto per i 136 lavoratori della Lares.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi