14 Maggio 2021 Segnala una notizia

La Fondazione Tavecchio chiede un aiuto per il trasporto di disabili e anziani

29 Settembre 2009

tavecchio-furgoneQuante volte ci è capitato di sentire storie come queste? Persone disabili, anziane o comunque con gravissime difficoltà motorie tali da non poter uscire di casa, fare la spesa o addirittura andare all’ospedale a fare degli esami medici. A volte la difficoltà è talmente enorme da non dare scapo, o almeno non senza l’aiuto di qualcuno. Per fortuna, anche Monza ha i suoi angeli: la Fondazione Alessio Tavecchio onlus, da anni attiva nel campo del supporto sociale a persone in difficoltà, ha predisposto un servizio ad hoc in grado di aiutare persone affette da gravi problemi di locomozione grazie ad un servizio di auto e pulmini e a numerosi autisti volontari.

Il servizio della Fondazione è stato creato nel gennaio 2004, quando numerose telefonate d’aiuto arrivate in sede hanno convinto i volontari ad intervenire per risolvere il problema. Marco Maroni, vicepresidente della Fondazione e “mente” del servizio, dice che il tutto ha preso il via grazie al “contributo della sezione Inner Weel di Monza e della Fondazione Monza e Brianza. Abbiamo dapprima acquistato un Ford Transit attrezzato al trasporto carrozzine, e in seguito un’altra automobile ci fu donata. Così, con qualche autista volontario e tanta buona volontà abbiamo cominciato l’attività”. Attività che si è rivelata preziosa per i numerosi utenti sparsi per tutta la provincia brianzola: le stime dell’associazione parlano di 1332 trasporti avvenuti solo nel 2008, quasi 24.000 chilometri tutti compiuti in nome della solidarietà. Intanto, gli strumenti del servizio sono cambiati: gli automezzi sono diventati ben 7 e gli autisti volontari, veri fautori del servizio, sono diventati 28.

tavecchio-furgone-2L’incremento di lavoro è stato reso possibile anche dalla collaborazione con diverse associazioni di zona, come l’Unione Italiana Ciechi, la Residenza Sant’Andrea e CPS ASL 3 di Monza, la Casa dell’anziano di Bresso, i servizi sociali municipali di Monza e di comuni limitrofi (Vimercate, Brugherio, ecc.). La collaborazione è attiva anche con altre associazioni di questo settore come Auser e Antea.

Il principale problema resta, però, quello dei finanziamenti: la Fondazione investe circa 30.000 euro all’anno per il mantenimento del servizio. Cifra destinata a crescere, peraltro, insieme ai fruitori del servizio, persone a cui in ogni caso non si può negare un aiuto. Per questo l’appello lanciato dai volontari è semplice: un piccolo aiuto da parte di tutti i cittadini, monzesi e non, per garantire la continuità del trasporto e una sua eventuale espansione. I contatti sono recuperabili sul sito dell’associazione, www.alessio.org, o al numero di telefono 039.23.26.49

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi